Presentate le novità del Made in Marche Festival, edizione del ventennale

Made in Marche Festival 2' di lettura 05/12/2011 -

TIPICITÀ: Made in Marche Festival compie vent’anni! Un traguardo significativo che sarà celebrato con un’edizione ricca di novità! Le più importanti sono state presentate in anteprima a Fermo, presso la Sala della Rollina del Teatro dell’Aquila, in occasione della prima conferenza stampa dedicata a Tipicità 2012. Nuova è la data, in quanto la manifestazione si svolgerà dal 21 al 23 aprile 2012, in un periodo dell’anno che favorisce ancor più la presenza di flussi turistici.



Nuova è anche la location. La sede di Molini Girola, a Fermo, si presenterà al pubblico di Tipicità ampliata e configurata come centro fieristico funzionale alle accresciute esigenze della manifestazione. Novità sono previste nella formula espositiva, che ricalcherà il format degli “spacci aziendali”, riservando alle aziende presenti in fiera un’area che contempera le esigenze btob e quelle di vendita al pubblico finale. Ma non solo! Grande spazio dedicato al concetto di Marche come vetrina vocata alla promozione di tutta la macroregione adriatico-ionica, testimoniata dalla presenza in conferenza stampa di due delegazioni ufficiali, rispettivamente della Provincia di Gorizia e della Repubblica di Serbia. Infine, totalmente innovativa è la campagna di comunicazione varata per la ventesima edizione. E’ stata definita Tipicità 2.0 la strategia che mira a promuovere la manifestazione attraverso modalità innovative quali una campagna di marketing virale, un blog dedicato che in pochi giorni ha già superato i duemila contatti, nonché una partnership con una web tv che consentirà di accedere ai contenuti di Tipicità da qualsiasi parte del mondo ci si trovi.

“Non posso che rimarcare nuovamente l’impegno del Comune di Fermo” ha dichiarato il Sindaco Nella Brambatti a margine della conferenza stampa di presentazione del Festival ”a lavorare per consolidare e qualificare ulteriormente una manifestazione che, nel corso degli anni, ha dimostrato la forza delle tipicità marchigiane in ambito enogastronomico. Un valore che è anche professionale, costruito sul lavoro di decine e decine di imprese che investono sulla tradizione e sull’innovazione, portando il nome del fermano e delle Marche in giro per il mondo e rendendo un sano contributo all’economia e allo sviluppo locale. Tipicità” ha concluso la Brambatti “rimarrà fermana nel cuore ma cercherà senz’altro, sempre più, un’apertura verso il territorio nazionale, spaziando, per quanto possibile, anche verso proiezioni internazionali.”








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-12-2011 alle 13:06 sul giornale del 06 dicembre 2011 - 2404 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/syt





logoEV
logoEV