Lotta all’abusivismo e tutela del Made in Italy: incontro tra Confartigianato e Guardia di Finanza

2' di lettura 30/11/2011 -

Un incontro per augurare buon lavoro, per complimentarsi alla luce dei risultati fino ad ora ottenuti ma anche per far presente il ruolo dell’Associazione nel territorio, accanto agli artigiani e stringere un rapporto di collaborazione con il corpo della Guardia di Finanza per combattere l’abusivismo.



Quello che si è svolto martedì mattina tra il Presidente di Confartigianato Imprese Fermo, Luca Soricetti, ed il nuovo Capitano della Guardia di Finanza di Fermo, Marco Corridore è stato un incontro cordiale e molto produttivo. Il Presidente Soricetti ha presentato a Corridore l’attività svolta dall’Associazione che rappresenta ed ha chiesto la possibilità di organizzare degli incontri di carattere formativo con gli artigiani per evitare situazioni di abusivismo dovute a scarsa conoscenza della normativa vigente.

“Nel mondo dell’artigianato vi sono diverse categorie di operatori – ha osservato Soricetti – e fondamentalmente c’è chi evade per scelta, e va combattuto senza mezzi termini, ma anche chi compie delle superficialità, delle piccolezze che, probabilmente per scarsa informazione o per la tendenza a delegare agli altri tutto ciò che non rientri nell’ambito della manualità del lavoro, possono portare a sanzioni importanti. Per evitare che ciò avvenga vorremmo organizzare, con la Guardia di Finanza, degli incontri per dare la possibilità agli artigiani di conoscere al meglio la normativa vigente e vedere nei finanzieri non degli avversari ma degli alleati accanto ai quali si può perseguire la regolarità e tutelare chi lavora in modo regolare. L’abusivismo va combattuto con fermezza: di questo siamo sempre stati convinti e come Associazione intendiamo fare la nostra parte perché il mercato riconosca i meriti di chi fa scelte nel rispetto delle normative vigenti”.

Soricetti ha anche approfittato dell’occasione per discutere con il Comandante della questione legata alla tutela del 100% Made in Italy. Per affrontare tale questione in modo approfondito il Comandante si è detto disponibile ad un prossimo incontro nel corso del quale confrontarsi sull’argomento.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11-2011 alle 12:36 sul giornale del 01 dicembre 2011 - 488 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, fermo, ascoli piceno, guardia di finanza, abusivismo, made in italy, Confartigianato Ascoli e Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/slF





logoEV