Amandola: stabilizzazione lavoratori precari Assam, interrogazione di Sciapichetti

agricoltura 1' di lettura 21/11/2011 -

Angelo Sciapichetti sollecita la Giunta regionale a dare seguito alle procedure di stabilizzazione, programmando un percorso progressivo, concertato con le forze sociali, che superi forme improprie di reclutamento e non disperda le competenze e le professionalità sviluppate all'interno dell'Agenzia sviluppo agricolo Marche.



“Alcuni di questi lavoratori - scrive il consigliere regionale del Pd nell'interrogazione presentata nei giorni scorsi - vivono una situazione di perenne precariato avendo iniziato l'attività fin dal 1988. Già nel 2008 il Consiglio regionale delle Marche aveva impegnato la Giunta a stabilizzare, d’intesa con i sindacati, i precari dell’Assam, e a sua volta la Giunta, con specifiche delibere, aveva adottato atti di indirizzo per la stabilizzazione dei rapporti di lavoro del personale degli Enti dipendenti della Regione. Ma, ad oggi, nessun atto risulta essere stato perfezionato in attuazione di questi impegni”.

Sciapichetti chiede, dunque, che dalle parole si passi ai fatti, tanto più che “l'attività svolta da questi lavoratori, ampiamente riconosciuta, è un valore aggiunto e, se opportunamente inplementata, porterebbe nuova redditività all’Ente. Inoltre il comparto agricolo, al pari di altri settori economici, è essenziale per lo sviluppo e può essere trainante per la proiezione internazionale delle nostre produzioni”. Il progetto interessa i centri sperimentali di Amandola, Carassai, Jesi, Camerano, Sant'Angelo in Vado e Senigallia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2011 alle 16:55 sul giornale del 22 novembre 2011 - 588 letture

In questo articolo si parla di attualità, agricoltura, marche, Assam, Assemblea legislativa delle Marche, lavoratori precari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rWq





logoEV
logoEV