x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

'Ecoprofughi: i nuovi migranti del futuro', Valerio Calzolaio presenta il suo libro

1' di lettura
684
da Società Operaia di Fermo

Ecoprofughi: i nuovi migranti del futuro

Ritornano gli incontri organizzati dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Fermo. Primo appuntamento domenica prossima, 13 novembre, alle ore 17.30 presso la sede sociale in via Perpenti, 10. Il giornalista, critico letterario e saggista Valerio Calzolaio presenterà il suo libro Ecoprofughi (NdA Press, 2010).

Assolutamente attuale il tema affrontato da Calzolaio nel suo saggio. Negli ultimi anni varie regioni del mondo sono state sempre più soggette a cambiamenti climatici importanti, che possono manifestarsi in maniera prepotente e tragica, come ad esempio nel caso dello tsunami, oppure in modo più subdolo e strisciante ma comunque costante e irreversibile.

In modo provocatorio Calzolaio usa il termine “ecoprofughi” per indicare quelli che nel prossimo futuro saranno i migranti ambientali e climatici partendo dal presupposto però che il problema delle migrazioni è antico quanto quello del genere umano, anzi è “costitutivo della stessa vita delle specie umane sulla Terra”. E a questo proposito Calzolaio scrive nel suo libro: “Sembra che la prima migrazione forzata possa essere stata quella di Eva e Adamo dal paradiso terrestre. Quale ne fosse la causa, a quale costrizione corrispondesse, comunque fu un disastro. E lì cominciano a errare profughi per il pianeta”.

Valerio Calzolaio si occupa di ambiente, diritto e letteratura. È stato deputato, sottosegretario al Ministero dell’Ambiente oltre che consulente del segretariato della Convenzione ONU per la lotta alla siccità e alla desertificazione. Questioni interessanti e importanti di cui l’autore discuterà con Carlo Pagliacci, giornalista e vice presidente della Società Operaia.

Ingresso libero.



Ecoprofughi: i nuovi migranti del futuro

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2011 alle 12:39 sul giornale del 12 novembre 2011 - 684 letture