Confartigianato: dal Micam nuovi mercati per gli artigiani fermani

3' di lettura 21/09/2011 -

Sono tornati a casa dal Micam di Milano con il sorriso sulle labbra: i buyers sono arrivati e si sono mostrati molto interessati al prodotto artigianale di qualità. Interesse che si è tradotto in commesse per la prossima stagione e in nuovi contatti con clienti internazionali.



Seppur con i dovuti distinguo, la partecipazione degli associati di Confartigianato al Micam di Milano in stand ottenuti a prezzi agevolati, grazie alla sinergia messa in campo da Fermo Promuove, azienda speciale della Camera di Commercio, e dalle associazioni di categoria, ha portato buoni frutti. Nella maggior parte dei casi gli artigiani si sono detti soddisfatti.

“La partecipazione dei nostri associati a questa edizione del Micam – commenta il Presidente di Confartigianato Imprese Fermo, Luca Soricetti, di ritorno dalla trasferta milanese – è stata preziosa più di quanto non lo sia stata in edizioni precedenti: nella maggior parte dei casi si sono avuti nuovi contatti con clienti internazionali con la possibilità di aprire verso nuovi mercati. L’esportazione verso l’estero rappresenta una prospettiva interessante e dal Micam se n’è avuta la prova. Le aziende artigiane che hanno approfittato dell’opportunità di partecipare al Micam facendosi supportare dall’associazione hanno avuto una preziosa occasione che, a quanto pare, ha dato buoni frutti. Complessivamente, dunque, credo di poter dire che i nostri artigiani abbiano archiviato con soddisfazione questa edizione del Micam e sono pronti a mettersi al lavoro per dare seguito alle nuove opportunità che si sono aperte verso i mercati esteri”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente dei Giovani Imprenditori di Confartigianato, Andrea Sassetti. “Vedere interesse reale per i campionari portati al Micam è stato il segno di come la perseveranza e la fedeltà ai principi che da sempre contraddistinguono i nostri artigiani, pur richiedendo grandi sacrifici su più fronti, alla fine possono pagare. E’ evidente che non si può stilare un bilancio assoluto, non si possono fare valutazioni uguali per tutti: la richiesta dei compratori e l’interesse di potenziali nuovi clienti dipende da una serie di variabili che possono determinare un interesse maggiore per un prodotto piuttosto che per un altro. Fatto sta che si è avuto un buon movimento e si sono visti volti sereni tra i nostri artigiani, segno che le visite avute nei giorni della fiera si sono tradotte in ordini. Ed è questo, alla fine, ciò che conta”.

Sei le aziende associate a Confartigianato Fermo che hanno partecipato al Micam di Milano con uno spazio espositivo ad un prezzo agevolato: calzaturificio Eureka srl (calzature da bambino) e calzaturificio Marilungo (calzature da uomo) di Montegranaro, Les Tres Jolis srl (calzature da donna) di Porto Sant’Elpidio, calzaturificio FAST srl (calzature da bambino) di Grottazzolina, calzaturificio Gieffe snc (calzature da donna) di Monte Urano e calzaturificio Lavorazioni Artigiana Marche srl (calzature da donna) di Fermo. A queste si sono aggiunte due aziende che hanno trovato spazio presso lo stand istituzionale della Camera di Commercio di Fermo: L’artigiano dell'Intreccio (borse intrecciate) di Petritoli e Doriano Marcucci (calzature fatte a mano) di Montegranaro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2011 alle 19:20 sul giornale del 22 settembre 2011 - 1357 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, economia, fermo, ascoli piceno, Confartigianato Ascoli e Fermo, luca soricetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pAE





logoEV
logoEV