Divieto di massaggi in spiaggia, Trobbiani: 'Un importante risultato per la difesa del lavoro'

Rossano Trobbiani 2' di lettura 22/07/2011 -

Massaggi vietati in spiaggia. E non è una questione di pregiudizi nei confronti di chi li offre sotto l’ombrellone ma una questione di garanzia della salute delle persone oltre che di tutela dei professionisti che lavorano nel settore.



E’ stata pubblicata, infatti, in Gazzetta Ufficiale il 13 luglio scorso un’ordinanza del Sottosegretario alla Salute con la quale si vietano i massaggi in spiaggia. Una pratica diffusa anche lungo il litorale fermano che ottiene, com’è giusto che sia, un’adeguata regolamentazione.

“Si tratta di un’importante ordinanza che va nella direzione della salvaguardia della salute dei cittadini dai rischi derivanti da prestazioni effettuate in luogo non autorizzato, la spiaggia appunto, e da parte di soggetti che sono privi di comprovata preparazione e competenza – osserva il presidente del Settore Benessere di Confartigianato Imprese Fermo, Rossano Trobbiani – Una regolamentazione che difende non solo la salute dei cittadini ma anche la categoria di tutti i professionisti che operano nel settore benessere, forti di un’adeguata preparazione e in perfetta regola con il pagamento delle tasse”.
Secondo l’ordinanza emessa dal Sottosegretario, il dovere di dare applicazione e far rispettare l’ordinanza compete ai sindaci dei comuni dei litorali in collaborazione con i gestori degli stabilimenti balneari.

“La proposta di un massaggio, sia esso estetico che terapeutico, effettuata in spiaggia per pochi euro può essere allettante – aggiunge Trobbiani – ma può comportare anche danni dovuti all’inesperienza di chi li propone e all’inadeguatezza del luogo oltre che delle condizioni igieniche in cui vengono offerti. Chi volesse approfittare di un massaggio benefico può rivolgersi ai tanti centri benessere o centri estetici che ci sono nel nostro territorio, con la certezza di essere nelle mani giuste, nelle mani dei nostri professionisti”.

Ad accogliere con viva soddisfazione l’ordinanza è anche la presidente interprovinciale di Confartigianato per l’estetica, Claudia De Luca che ne condivide in pieno i contenuti e le finalità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-07-2011 alle 20:11 sul giornale del 23 luglio 2011 - 747 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, fermo, ascoli piceno, Confartigianato Ascoli e Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nGo





logoEV
logoEV