'Mianda': edizione a sostegno delle lotte di padre Mario Bartolini

concerto 2' di lettura 21/07/2011 -

Si svolgerà sabato 23 luglio presso il Ricreatorio San Carlo di Fermo, a partire dalle ore 19, la terza edizione di “Mianda Festival”, il festival internazionale della solidarietà, promosso ogni anno dall’associazione missionaria Aloe Onlus, in collaborazione con l’associazione culturale Jacaranda, l’Itis“Montani” ed il Centro servizi per il volontariato Marche, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Fermo. Il ricavato dei fondi raccolti nel corso della serata saranno destinati al progetto “Salviamo i boschi e le terre della popolazione contadina di Barranquita (Perù)”, dove vive l’ormai famoso missionario marchigiano padre Mario Bartolini.



La serata vedrà l’alternarsi sul palco di quattro grandi band in concerto: Enrico Capuano e Tammurriata Rock, Anima Equal, Radio Babylon e I-VANI; nel parco del ricreatorio funzioneranno anche stand gastronomici, sempre a partire dalle ore 19. Le esibizioni saranno intervallate da testimonianze e proiezioni di un video-documento sulla campagna sostenuta dall'associazione a favore dei diritti dei campesinos e degli indios a salvaguardia dell’Amazzonia peruviana, minacciati dalle politiche di sfruttamento ed espropriazione delle terre ad opera delle multinazionali con la complicità delle istituzioni. La lotta indigena è simbolicamente guidata da padre Bartolini, recentemente assolto in primo grado dalle accuse con cui si voleva mettere a tacere una voce indignata per lo sfruttamento di cui sono vittime le terre indigene e la foresta.

Nel 2011, Anno internazionale delle Foreste, proclamato dalle Nazioni Unite, è sempre più urgente promuovere una cultura che sappia coniugare la lotta per i diritti delle popolazioni indigene con la salvaguardia dei grandi “polmoni verdi” della Terra. Per questo il progetto sostenuto dall’associazione ha come obiettivo principale assicurare la certezza del diritto sulla proprietà dei territori appartenenti agli agricoltori e alle comunità del distretto di Barranquita presso gli organi dello Stato, ricorrendo anche a consulenze legali che assistano le popolazioni quechua e ribereña che costituiscono le 24 comunità della zona.

Per maggiori informazioni: www.aloemission.org






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2011 alle 02:30 sul giornale del 21 luglio 2011 - 736 letture

In questo articolo si parla di attualità, centro servizi volontariato, fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nBR





logoEV
logoEV