Porto S.Elpidio: 'La sicurezza della città', assemblea pubblica al quartiere Fonte di Mare

porto sant'elpidio 3' di lettura 05/07/2011 -

Mercoledì 6 luglio alle ore 21,30, presso la Piattaforma Polifunzionale del quartiere Fonte di Mare, si svolgerà una assemblea pubblica in cui si parlerà della Sicurezza della Città. Tra i temi affrontati un posto di primo piano spetterà al fenomeno della prostituzione che, negli ultimi mesi, si è nuovamente intensificato e che è stato oggetto di discussione nei Comitati per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica attivati dalla Prefettura con la presenza di tutte le forze dell’ordine.



“L’impegno dell’amministrazione comunale di Porto Sant’Elpidio sui temi della sicurezza e della lotta alla prostituzione prosegue con sempre più determinazione- ha spiegato il sindaco Mario Andrenacci- la dimostrazione è data dall’assemblea pubblica che si svolgerà domani sera al quartiere Fonte di Mare. Un importante momento di confronto con i cittadini e le associazioni presenti in città, per cercare di mettere insieme una strategia comune in grado di contrastare un fenomeno come la prostituzione, che priva l’essere umano di un diritto fondamentale quale la libertà personale. Ora che noi sindaci non abbiamo più gli strumenti per tutelare la sicurezza in merito alla prostituzione, visto che la Corte Costituzionale ha disposto l’annullamento dell’ordinanza che prevedeva multe di 500 euro nei confronti di clienti e prostitute e che la prostituzione non è considerata un reato, vogliamo risvegliare le coscienze e chiedere l’aiuto di tutti i cittadini.

L’obiettivo è far sì che siano parte integrante di un progetto sicurezza che prevede la loro presenza attiva sul territorio, con iniziative di vario genere capaci di scoraggiare la presenza delle prostitute. Sono convinto che unendo le forze e creando momenti di aggregazione si potranno ottenere risultati davvero molto significativi. In questi anni abbiamo cercati in tutti i modi di combattere il fenomeno. Oltre all’ordinanza infatti, con una forte presenza della Polizia Municipale e delle altre forze dell’ordine, abbiamo installato le telecamere e disposto la zona a traffico limitato nella parte nord della città, vale a dire quella tradizionalmente più interessata dalla prostituzione. Strumenti che hanno sortito i loro effetti ma che, indubbiamente, vanno rafforzati e supportati da un intervento congiunto che vede protagonisti attivi i nostri cittadini. E’ un loro diritto riappropriarsi della città, poter fruire liberamente dei suoi spazi pubblici che oggi purtroppo, fanno da cornice a episodi di microcriminalità, spaccio di droga e tratta di esseri umani. La nostra presenza sarà civile ma fortemente determinata a contrastare un fenomeno che ormai non vogliamo e non possiamo più tollerare.

E’ evidente che ci troviamo di fronte ad una problematica molto difficile da affrontare ed è per questo che invito tutti i cittadini a esprimere pareri e avanzare proposte. Purtroppo ogni sera sulle nostre strade ci sono persone, giovani e giovanissime, sottoposte ad uno spregevole regime di nuova schiavitù. In questi anni con l’associazione On The Road abbiamo costruito una rete di servizi molto importanti, dall’unità mobile su strada allo Sportello di orientamento e di assistenza. L’obiettivo era ed è quello di rafforzare gli interventi sociali di contrasto della prostituzione e di sostenere le ragazze nella costruzione concreta di percorsi di fuoriuscita dal dramma che sono costrette a vivere. Quello che serve è un lavoro serio di raccordo tra tutti i soggetti coinvolti: gli enti locali, le forze dell’ordine, le associazioni ed i cittadini. Soltanto così, forse, si riuscirà a contrastare lo sfruttamento e il degrado legato al mondo della prostituzione. E’ proprio per questo che invito davvero tutti a prendere parte all’assemblea pubblica che si svolgerà domani sera a Fonte di Mare. La presenza attiva dei cittadini sarà infatti uno stimolo importante per contrastare questo fenomeno”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2011 alle 18:52 sul giornale del 06 luglio 2011 - 847 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mZm





logoEV
logoEV