La notte dei colori, gli alunni dell’Istituto Statale d’Arte al lavoro

La notte dei colori 2' di lettura 29/06/2011 -

Ad anno scolastico concluso, l’attività degli studenti dell’Istituto Statale d’Arte di Fermo non è del tutto archiviata. Si è lavorato molto, durante l’anno, attorno ad un progetto che vivrà il suo momento focale il 25 di luglio, presso il teatro dell’Arena di Villa Vitali in occasione de “La notte dei colori ”, evento di punta del progetto Moda e Muse 2011.



Un momento che si attende con frenesia, con quella emozione che è collegata alle luci della ribalta per i frutti di un lavoro creativo che ha permesso agli studenti di portare fuori dalla struttura scolastica le proprie abilità e sensibilità. Si tratta di un progetto nato nel luglio dello scorso anno, da un’idea di alcuni insegnanti dell’istituto che hanno creato un gruppo di lavoro ed un pool di figure professionali che hanno dato vita ad eventi di rilievo nell’ambito di sfilate di moda e serata di gala coinvolgendo main sponsor, sponsor tecnici ed enti territoriali.

Parte attiva del gruppo di lavoro sono proprio gli studenti che, con il loro apporto di idee e con il loro prezioso e frizzante contributo, hanno dato un tocco di freschezza e di originalità ad una iniziativa che arriverà sotto ai riflettori dell’Arena di Villa Vitali tra poco più di tre settimane. La serata, che prenderà avvio alle ore 21.30, proporrà un entusiasmante connubio tra moda e spettacolo.

Una serata che vedrà sotto i riflettori diversi protagonisti. Diversi per esperienze, ciascuno con il proprio patrimonio storico territoriale individuale. Da un lato l’idea, il progetto, il disegno di una scarpa, di un gioiello, di un’opera d’arte: è il contributo dato dagli studenti che si sono messi al lavoro di buona lena per arrivare all’appuntamento offrendo il meglio. Dall’altra l’intelligenza della mano che realizza le idee. Il tutto, davanti ad un pubblico che avrà l’occasione di gustare uno spettacolo entusiasmante, capace di catalizzare le attenzioni dall’inizio alla fine. Per gli studenti si tratta di un’importante vetrina, un modo per mostrare al grande pubblico le proprie capacità e la propria abilità che, altrimenti, potrebbero essere destinate a restare chiuse nell’ambiente scolastico troppo a lungo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2011 alle 18:31 sul giornale del 30 giugno 2011 - 743 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Organizzatori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mJ2