x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPETTACOLI
comunicato stampa

Montefalcone Appennino: il Teatro Comunale ospita un doppio appuntamento con giovani artisti

2' di lettura
917

da Amat Marche
www.amatmarche.net


teatro le perfide

Sabato 18 giugno il Teatro Comunale di Montefalcone Appennino ospita un doppio appuntamento con giovani artisti marchigiani di “Matilde. Piattaforma per la nuova scena marchigiana” realizzata dalla Regione Marche e dall’AMAT. Alle ore 21 sarà in scena Mandragola. Interventi sulla meraviglia a cura della compagnia 7-8 chili e a seguire, sempre al Teatro Comunale, il pubblico potrà assistere alla proiezione del cortometraggio di animazione di Matteo Giacchella Piccola trama sdrucita.

L’appuntamento di Montefalcone Appennino è una tappa del progetto Dove dorme la neve. Linguaggi del presente per antichi saperi che - promosso dall’AMAT grazie al finanziamento della Regione Marche con i Comuni di Castignano, Montefalcone Appennino e Pievebovigliana e la Cooperativa Anthropos – vuole farsi finestra sul territorio dei Monti Sibillini ricco di saperi e bellezze naturali, crocevia di storie e personaggi fantastici. L’entroterra collinare e montano delle Marche è infatti un antico crocevia di genti e di culture, un luogo dove sopravvivono ancora miti, leggende e racconti d’origine antichissima, tradizioni di impronta pagana, riti e culti custoditi gelosamente dalla memoria degli ultimi anziani.

Dove dorme la neve nasce dalla convinzione dell’AMAT che la cultura orale, legata a doppio filo alle tradizioni dell’entroterra, si debba e si possa vestire di nuovi colori e suggestioni attraverso l’uso di alfabeti contemporanei. L’AMAT parte quindi dallo studio svolto dall’Associazione Culturale Anthropos, che da tempo rivolge le energie alla raccolta e alla catalogazione su basi scientifiche del patrimonio demo-antropologico del territorio marchigiano, abbracciando il territorio a cavallo tra le province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata, con i racconti e le testimonianze di circa 700 anziani. Questa collaborazione genera una serie di eventi volti a valorizzare i temi che fanno parte del bagaglio culturale collettivo arrivando a formulare, mediante le arti performanti e i laboratori didattici, una nuova cifra espressiva che dialoga in modo vivace con le nuove generazioni nel pieno rispetto dell’essenza e dei contenuti, giunti sino ai giorni d’oggi attraverso la parola tramandata.

Mandragora è un lavoro sull’invisibile, sull’impercettibile; una ricerca su quell’istinto inconscio dell’uomo che da sempre lo spinge ad immaginare, a favoleggiare, ad evadere la realtà credendo che oltre il quotidiano esistano altri mondi possibili. Il cortometraggio di Matteo Giacchella affronta in maniera poetica e allegorica temi quali la memoria, la tradizione e la cura di queste da parte delle antiche comunità dei Monti Sibillini. La ciclicità del racconto sottolinea il passaggio di testimone di saperi, conoscenza e tradizioni da una generazione all’altra mediante l’uso del racconto orale, che mantiene viva l’evocazione nonostante lo scorrere del tempo.

Ingresso gratuito. Per informazioni AMAT 071 2075880 - 2072439, www.amat.marche.it.



teatro le perfide

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2011 alle 12:22 sul giornale del 16 giugno 2011 - 917 letture