Porto S.Elpidio: false assunzioni domestiche in cambio di denaro, arrestati

Polizia 1' di lettura 31/05/2011 -

Accusati di aver prodotto pratiche false di assunzione per favorire la permanenza sul territorio di cittadini stranieri, A.M. e G.B. sono stati tratti in arresto dagli Agenti della Squadra Mobile di Ascoli. I due elpidiensi avrebbero prodotto le documentazioni a proprio nome e le avrebbero consegnate ad un patronato di Avezzano in forma di delega per l'assistenza e rappresentanza a favore di uno straniero.



Le indagini, avviate nel 2010, hanno così condotto gli Agenti ad emettere 18 ordinanze di custodia cautelare, eseguite sia in carcere che agli arresti domiciliari, ai danni di 16 italiani e di 2 cittadini stranieri originari del Bangladesh. Gli arrestati, ad eccezione dei due residenti a Porto Sant'Elpidio, sono tutti residenti ad Avezzano (L'Aquila) ed in altre zone della provincia aquilana.

Gli extracomunitari, tutti bengalesi, in cambio della falsa pratica di assunzione come badante e colf con i relativi documenti sanitari necessari, dovevano pagare una cifra compresa tra i mille e i 3 mila euro.






Questo è un articolo pubblicato il 31-05-2011 alle 18:52 sul giornale del 01 giugno 2011 - 942 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, porto sant'Elpidio, Sudani Alice Scarpini, questura di ascoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lvi





logoEV
logoEV