Scomparsa di Luigi Di Ruscio: l'addio di Buondonno

lutto 1' di lettura 23/02/2011 -

L’Assessore alla Cultura della Provincia di Fermo Prof. Giuseppe Buondonno sulla scomparsa dello scrittore fermano Luigi Di Ruscio.



Esprimo il mio dolore e un profondo senso di perdita umana ed intellettuale per la scomparsa, ad Oslo, di Luigi Di Ruscio, una persona meravigliosa e un artista affascinante che, oltre a toccare le corde della simpatia e dell’emozione di chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerlo, ha saputo cogliere, con uno stile geniale ed originale, aspetti della condizione umana, della realtà operaia, popolare e dell’emigrazione.

Di recente, questo territorio, a cui è rimasto sempre profondamente legato, gli aveva tributato due riconoscimenti diversi ma, per lui, ugualmente importanti: la presenza nella terna dei finalisti del Premio Volponi 2009, con il volume “Cristi polverizzati” e, proprio una settimana fa, la co-presidenza onoraria dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia della Provincia di Fermo per la sua militanza antifascista. Assumiamo, fin d’ora, l’impegno a ricordare ed approfondire la figura di questo scrittore fermano e di questo nostro amico caro.

Alla famiglia e a tutte le persone che gli sono state vicine, il mio personale affettuoso abbraccio ed il cordoglio dell’Amministrazione provinciale di Fermo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2011 alle 17:55 sul giornale del 24 febbraio 2011 - 821 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fermo, provincia di fermo, lutto, cordoglio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/hKi





logoEV