Provincia: conclusa la fase più importante del 'Treno della memoria'

Treno della memoria 2' di lettura 23/02/2011 -

Si è conclusa la fase più importante del “Treno della memoria”, un progetto organizzato dall’associazione Terra del Fuoco di Torino, che gode del riconoscimento dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, del Patrocinio del Parlamento Europeo, del Patrocinio della Camera dei Deputati e del Patrocinio del Ministero per le Politiche Giovanili, e che ha visto per la prima volta quest’anno la partecipazione di un gruppo di studenti delle Marche, tra i quali 7 giovani provenienti dal territorio fermano.



I ragazzi hanno preso parte ad un programma di formazione incentrato sui temi della deportazione, della propaganda e delle leggi razziali, per poi partire il 12 febbraio alla volta di Cracovia su un treno con altri 700 giovani provenienti da diverse regioni italiane.

Scopo del viaggio, durato circa 23 ore, è stato quello di ripercorrere simbolicamente il tragitto effettuato dai prigionieri deportati ad Auschwitz durante l’ultima guerra mondiale. Molti sono stati, infatti, i momenti di riflessione e le attività proposte dagli educatori dell’associazione Terra del Fuoco, con il supporto di letture e copie di documenti e immagini dell’epoca.

Il momento più importante del viaggio dei giovani partecipanti è stata sicuramente la visita ai campi di concentramento e di sterminio di Auschwitz e Birkenau, svoltasi nella giornata del 15 febbraio, alla quale ha preso parte in rappresentanza della Provincia di Fermo l’Assessore alla Cultura ed alla Pubblica Istruzione Giuseppe Buondonno. “Pur avendo accompagnato più volte delegazioni di studenti nei luoghi della memoria - ha affermato l’Assessore - questa visita ad Auschwitz è stata di particolare impatto emotivo, per la sua elevata valenza educativa. Intendo esprimere, in proposito, il mio apprezzamento nei riguardi dell’impeccabile organizzazione messa su dai giovani educatori dell’associazione Terra del Fuoco, che con il loro entusiasmo hanno saputo coinvolgere i tanti ragazzi che hanno partecipato all’iniziativa.”

Il progetto “Treno della memoria” proseguirà, nei territori delle Province che hanno scelto di partecipare, con ulteriori incontri di restituzione, durante i quali i ragazzi condivideranno con i loro coetanei il significato dell’esperienza vissuta.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2011 alle 17:07 sul giornale del 24 febbraio 2011 - 2046 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, provincia di fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/hJV





logoEV
logoEV