Sant'Elpidio: Mezzanotte, 'Scelte fatte sulla sanità. Ora gli investimenti'

Alessandro Mezzanotte 2' di lettura 29/01/2011 -

Nel corso della conferenza dei sindaci di mercoledì scorso 26 gennaio il sindaco Alessandro Mezzanotte ha dichiarato quanto segue: “nonostante il Governo chiami gli Enti Locali a fare dei sacrifici imponendo pesanti tagli ai trasferimenti con gravi riverberi sull’erogazione dei servizi ai cittadini e che tra questi ci sia anche il delicato settore della sanità su cui le Regioni adottano decisioni, per la Zona 11 di Fermo le indicazioni in campo sanitario sono già state date da tempo.



A monte di tutto c’è la necessaria e urgente realizzazione dell’ospedale provinciale in posizione baricentrica rispetto all’intero territorio, anche allo scopo di ridurre la mobilità passiva. Pure per gli ospedali periferici le linee di riconversione sono state tracciate. Per il presidio ospedaliero di Sant’Elpidio a Mare, come noto, è stata avanzata dal sottoscritto l’ipotesi, condivisa anche dagli altri sindaci dell’Ambito XX, di una specializzazione a livello geriatrico con un aumento del numero dei posti letto esistenti nel reparto di medicina con altri 20 posti letto per la Rsa (residenza sanitaria assistita) o lungodegenza e dare così alla struttura (che verrà dotata anche di un ambulatorio geriatrico per diagnosi, visite cardiologiche e riabilitazione) una connotazione specialistica nella cura e nell’assistenza della terza età.

La prospettiva della razionalizzazione in campo sanitario ci vede concordi nel momento in cui dai locali del distretto verranno trasferiti all’ospedale gli ambulatori specialistici come ad esempio il punto prelievi, occupando così spazi lasciati vuoti per anni e dando soprattutto piena funzionalità alla struttura in complesso. Il progetto sulla nuova specializzazione dell’ospedale di Sant’Elpidio a Mare è il primo nella graduatoria presentata dall’Ambito XX alla Regione, a testimoniare l’importanza e la necessità di una specializzazione del genere nel territorio provinciale, nel cuore del distretto calzaturiero e soprattutto a Sant’Elpidio a Mare, città di fatto con più esperienza nella progettazione e nella messa in atto di politiche sociali.

In linea con questo nuovo progetto si vuole, inoltre, dislocare nell’ala vecchia dell’ospedale la sede della Residenza Protetta per la quale è stato commissionato un nuovo progetto da 38 posti letto, in una struttura a norma, del costo di circa 4 milioni di euro per i quali è stata inoltrata richiesta di accesso ai fondi Fas. Dunque le scelte sono state fatte e potranno diventare concrete se ciascuno (Asur regionale e Comuni) farà la propria parte. Il problema è rappresentato ora dalle risorse e dagli investimenti su cui si auspica anche la compartecipazione economica (non gestionale) del privato che non è da escludere; una collaborazione che potrà portare veramente ad una vera rivalorizzazione del presidio elpidiense al servizio dell’intero territorio provinciale e regionale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2011 alle 22:42 sul giornale del 31 gennaio 2011 - 816 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, Sant'Elpidio a Mare, Comune di Sant'Elpidio a Mare, mezzanotte, sindaco sant'elpidio a mare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gQm





logoEV
logoEV