Aumentano i reati: più controlli per la sicurezza

comune di fermo 1' di lettura 24/01/2011 -

In merito ai recenti dati, presentati dal Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza, sull’aumento dei reati contro il patrimonio il sindaco di Fermo Saturnino Di Ruscio ha inviato una lettera al Ministero dell’Interno ed a quello della Difesa.



Nella lettera viene messa in evidenza la necessità di investire in attività di prevenzione con un incremento del personale di polizia e carabinieri. Leggendo la cronaca locale degli ultimi giorni è apparso evidente come sia necessario investire nella prevenzione, anche a seguito dei numerosi furti a danno dei cittadini più deboli come ad esempio gli anziani, la crescita degli scippi che non rappresentano un fenomeno tipico del territorio, le segnalazioni telefoniche che arrivano in merito ai furti d’auto e di altri automezzi.

Con l’arrivo della nuova provincia il lavoro degli uffici infatti è in costante aumento ed il personale di polizia non è sufficiente per sopperire a tutte le esigenze partendo proprio dalla copertura del territorio per la prevenzione dai fenomeni devianti. Pertanto si fa sempre più pressante la necessità di un organico rinforzato in proporzione al ruolo di capoluogo di provincia che ha assunto Fermo e del nuovo status che investe tutta la provincia di Fermo, dalla costa all’entroterra.

Già l’aumento di una volante sarebbe determinante per ridurre i reati sopra citati. Infine non c’è a nostro favore la legislazione vigente che rende a volte impossibile ‘arrestare’ chi commette tali reati contro il patrimonio se non colti sul fatto. Occorrerebbero modifiche di carattere legislativo per bloccare sul nascere questi fenomeni devianti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2011 alle 16:51 sul giornale del 25 gennaio 2011 - 1148 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gD4





logoEV
logoEV