Unaltromondo risponde a Di Ruscio

ordigno esplosivo 1' di lettura 12/10/2010 -

Dopo la bomba carta a Lido Tre Archi e l'intervento del sindaco Di Ruscio, ora anche il presidente dell'associazione Unaltromondo interviene sulla vicenda.



In quella zona dove è avvenuto l'attentato in primis c'è un'associazione che si occupa di portare il mangiare ai poveri che fa opere di bene e promulga Solidarietà a 360 gradi, e non comprendo come il sindaco non abbia messo in risalto questo mentre ha solo dibattuto dell'associazione Lido San Tommaso di cui sono vicepresidente e che nella realtà dei fatti viene descritta come un ritrovo bucolico per anziani.

Le due associazioni convivono e si danno un da fare a costo di un mazzo così, sborsando soldi di propria tasca e non avendo mai chiesto nulla all'amministrazione comunale. E la nostra opera pia non viene assolutamente ne rimarcata e ne messa in primo piano. Non so il motivo di codesto gesto vandalico, ma noi che diamo da mangiare ai poveri e portiamo aiuto ai disabili, continuiamo per la nostra strada, nella speranza che il sindaco ci aiuti non solo a parole.

Il presidente Adriano Piattoni






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2010 alle 15:02 sul giornale del 13 ottobre 2010 - 3165 letture

In questo articolo si parla di attualità, ordigno esplosivo, Associazione Unaltromondo, Adriano Piattoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dbW





logoEV
logoEV