Querelle sul depuratore: Di Ruscio replica alla Provincia

saturnino di ruscio 1' di lettura 28/09/2010 -

Ho letto con attenzione la risposta della Provincia di Fermo al comunicato di martedì mattina sul depuratore di San Marco alle Paludi. La nota divulgata nel pomeriggio è la conferma di quanto la Provincia di Fermo sia dissociata.



Cito testualmente il comunicato della Provincia arrivato oggi pomeriggio: “…il fatto che la Provincia, pur non condividendo quella scelta urbanistica ed ambientale abbia dato il parere di conformità, dimostra che essa si è attenuta, come sempre, esclusivamente a criteri tecnici ed alle proprie funzioni istituzionali…”.

Come si può deliberare che la conformità tecnica e allo stesso tempo dichiarare di non essere d’accordo politicamente condannando la propria stessa delibera? Basta leggere il comunicato di oggi pomeriggio per comprendere quanto grandi siano le contraddizioni all’interno dell’amministrazione provinciale. Purtroppo con questo clamoroso autogol è emerso quello che ho sempre sospettato: ovvero che quella presa dalla Provincia in merito al depuratore sia una posizione strettamente ideologica che nulla ha a che vedere con le esigenze del territorio né tanto meno con l’effettiva conformità tecnica dell’impianto di depurazione di San Marco alle Paludi.

C’è poco da ironizzare: chi intorbidisce le acque è la Provincia in tutta la sua incongruenza e non certo il sottoscritto. Consiglio alla maggioranza provinciale di leggersi la favola di Esopo ‘Lupus et Agnus’, ne potranno trarre un grande insegnamento.


da Saturnino Di Ruscio
sindaco di Fermo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2010 alle 19:40 sul giornale del 29 settembre 2010 - 608 letture

In questo articolo si parla di politica, saturnino di ruscio, sindaco di fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cGj





logoEV
logoEV