Trasporti: riequilibrio chilometrico prima dei tagli alle risorse

trasporti 1' di lettura 02/08/2010 -

Prima che la scure dei tagli produca i suo effetti, il territorio fermano torna a chiedere il completamento del riequilibrio chilometrico e di corrispettivo.



E’ quanto sottolineano l’Assessore provinciale ai Trasporti Renzo Offidani e il Dirigente Roberto Fausti nella lettera (che si allega) inviata all’Assessore regionale Luigi Viventi e al Dirigente Sergio Strali, in risposta alla comunicazione del 22 luglio scorso, con la quale i vertici regionali evidenziavano una forte penalizzazione del settore trasporti, conseguente alla riduzione delle risorse finanziarie trasferite alle Regioni con la Manovra economica appena approvata dal Parlamento.

“La fase di riequilibrio delle percorrenze chilometriche per il bacino fermano non è ancora completa - rimarca l’Assessore Offidani – e una drastica riduzione di risorse andrebbe a vanificare i passi in avanti finora compiuti. Siamo preoccupati, quindi, per l’applicazione dei tagli in un territorio che continua ad avere un gap in termini di trasporto pubblico locale.

Concludere il riequilibrio significherebbe limitare, in parte, gli effetti di una manovra che costringerà la Provincia di Fermo come altri Enti locali ad intervenire nei servizi minimi per gli utenti. Siamo consapevoli delle ricadute della Manovra, della scarsità delle risorse disponibili e soprattutto della necessità, in una fase di grande difficoltà economica, di ridisegnare le nostre scelte per lo sviluppo di questo territorio. Ma siamo altrettanto convinti che una razionalizzazione dei costi, anche in ambito di trasporto pubblico locale, non possa partire da una drastica diminuzione dei servizi ai cittadini”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-08-2010 alle 15:49 sul giornale del 03 agosto 2010 - 948 letture

In questo articolo si parla di trasporti, politica, fermo, provincia di fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQj





logoEV
logoEV