Secondo appuntamento del festival Itinerante 'Non a Voce Sola'

3' di lettura 28/07/2010 -

Si terrà a Fermo, Venerdì 30 luglio alle ore 21 , il secondo appuntamento del festival dedicato al talento e alla creatività femminile “Non a voce sola”. La rassegna, itinerante e a cadenza annuale, si prefigura come un appuntamento importante e luogo di incontro e di discussione di intellettuali e artiste del panorama nazionale e regionale.



La finalità è quella di aprire un dibattito sulla identità e differenza di genere intesa come peculiarità non solo biologica, ma storica, culturale ed emotiva. Una polifonia di voci femminili che indagheranno l’eccellenza femminile, il corpo femminile, Il piacere femminile, il silenzio femminile , la forza femminile, la politica delle donne. Questi, solo, alcuni dei temi toccati , ma il fil rouge della rassegna è sicuramente l’affronto di ogni aspetto con “il taglio della differenza”( intesa come differenza di genere).

Le ospiti del secondo appuntamento saranno la scrittrice Licia Giaquinto con la sua ultima fatica editoriale “Le Ianare” e Antonia de Vita, filosofa dell’ultima generazione, allieva di Luisa Muraro, insegna all’Università di Verona. Il festival è uno spazio dove dialogare, dove indagare a partire da sé. Ma qual è di fondo l’esigenza che ha scatenato il desiderio di una rassegna di poesia, narrativa, filosofia, musica, arti al femminile,unica nel panorama marchigiano? Così risponde , Oriana Salvucci, curatrice ed ideatrice della rassegna: “Dare a me stessa e alle donne “uno spazio dove pensarsi e pensare il mondo”.

Le donne per millenni sono state oggetto di indagine e dalla fine dell’800, per tutto il 900 sono state , finalmente soggetti indaganti. Questo è un percorso di conoscenza all’interno del pensiero femminile e nasce da una evidenza : il mondo non è coniugato al femminile. Da qui l’apertura di un itinerario, di una discussione, di interrogativi che non vogliono risposte preconfezionate ma un lavoro di ricerca su noi stesse, sulle donne.

E’ un dialogo fatto da donne e uomini, anche se le relatrici sono tutte donne.” La rassegna è promossa dalla Regione Marche (assessorato alla Cultura e assessorato alle pari opportunità) e patrocinata dalla provincia di Macerata, Ancona, Fermo e dagli otto Comuni del Circuito( Macerata, Fermo, Ancona, Senigallia, San Severino, Camerino, Pollenza, Porto Sant’Elpidio) e sponsorizzata da aziende Private: Donna Soft, Dario Ciotti, Arredamenti Marinucci. E’ Patrocinata Dall’Accademia di Belle Arti di Macerata e dalla Facoltà di Lettere e Filosofia di Macerata.

“Una doppia occasione – ha spiegato l’Assessore ai Servizi Sociali Maria Antonietta Di Felice – volta a stimolare la discussione sulla differenza di genere parlando di donne che hanno fatto e stanno facendo la nostra storia con l’intento di far emergere profili di donne sconosciute. Dall’altra parte è l’occasione per restituire alla città di Fermo uno spazio quanto mai suggestivo, ovvero il cortile di Palazzo Azzolino”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2010 alle 16:54 sul giornale del 29 luglio 2010 - 892 letture

In questo articolo si parla di poesia, letteratura, spettacoli, fermo, Comune di Fermo, ospiti_non a voce sola, non a voce sola, tematiche femminili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aHv





logoEV
logoEV