Montappone: tanti cappelli e tanta musica durante la IX edizione de 'Il cappello di paglia'

cappello di paglia 3' di lettura 23/07/2010 -

Tanti cappelli, ma anche buona musica e spettacoli durante la festa “Il Cappello di Paglia” dal 23 al 25 luglio a Montappone. Se la notte di apertura, venerdì 23 luglio, è stata affidata alle canzoni del Concertino Burro e Salvia e al repertorio italiano dagli anni Venti ai Cinquanta, la seconda serata della festa, sabato 24 luglio, vede due momenti di musica. Dalle 18, le strade del Borgo Antico saranno animate da balli e stornelli itineranti del gruppo La Cocolla (anche domenica 25 dalle 18).



La sera dalle 21.45, largo alla Piccola Orchestra Swing. La serata conclusiva, domenica 25 luglio, tra inaugurazioni e spettacolari fuochi d'artificio in musica a cura del maestro Serge Pierantognetti (dalle 22.30), è quest'anno affidata a una straordinaria esperienza marchigiana che ha creato imitazioni in giro per il mondo, la Fisorchestra Città di Castelfidardo. Inizio alle 21.30. Tutti gli spettacoli sono a ingresso libero.

La Piccola Orchestra Swing, in concerto sabato 24 luglio dalle 21.45, nasce a Senigallia e riunisce appassionati musicisti con la voglia di proporre lo swing italiano degli anni '40 e '50. Uno stile leggero, allegro, facilmente orecchiabile, pieno di sonorità e di ritmi che ricordavano lo stile musicale americano di quell’epoca, uno stile che ottimi compositori italiani ricreavano con altrettanta maestria.

Si era formato così un repertorio che sta negli ultimi anni tornando di gran moda, anche grazie all'impegno di artisti come Renzo Arbore ed altri che hanno saputo restituirgli dignità. Un repertorio che viene oggi riproposto dalla Piccola Orchestra Swing, composto da brani come Sono tre parole, Il pinguino innamorato, Un bacio a Mezzanotte, Non dimenticar le mie parole, In cerca di te, Tu vuo’ fa’ l’americano e tanti altri ancora, fondendo lo Swing con il fox-trot e un pizzico di Jive.

Il gruppo ormai rodato e esperto, oltre che apprezzatissimo è composto da Giovanna e Elisabetta Diamantini alla voce, Dario Pescosolido al pianoforte e voce, Mirco Melelli alla batteria, Claudio Durpetti alla chitarra, Tommaso Berluti a sax e clarinetto, Gabriele Landi al basso. La Fisorchestra marchigiana “Città di Castelfidardo” suonerà invece nella notte di domenica 25 luglio. Inizio alle 21.30. Un concerto per 25 musicisti diretti dal Maestro Samuele Barchiesi. Fondata dal maestro Orfeo Burattini nel 1950, che ebbe l'intuizione della fisarmonica non più solo come strumento da solista, oggi la Fisorchestra è il simbolo delle fisarmoniche di Castelfidardo nel mondo. Negli anni vennero introdotti nell'organico anche strumenti elettronici e Burattini iniziò a trascrivere brani di musica classica e leggera per questa orchestra originale e nuova nel suo genere, che oggi viene imitata da più parti.

Ascoltando la Fisorchestra si ha la sensazione di trovarsi davanti a una grande orchestra sinfonica con le sezioni di strumenti a fiato, archi e percussioni. Ecco quindi le ragioni per le quali la Fisorchestra Città di Castelfidardo è l'unica orchestra di fisarmoniche che può eseguire un vasto programma di musiche di ogni genere vantando più di 100 brani tra cui motivi classici, canzoni di successo internazionale, folklore e virtuosismo. Ne fanno parte autentici campioni della fisarmonica, scelti nelle migliori scuole e accademie italiane ed estere. L’evento “Il cappello di paglia” arrivato alla sua IX edizione, è promosso dal Comune di Montappone, dalla Pro Loco Montappone e numerose aziende del distretto di cappelli, con il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Fermo, Camera di Commercio di Fermo, su idea del creativo Giuliano De Minicis.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2010 alle 18:20 sul giornale del 24 luglio 2010 - 1603 letture

In questo articolo si parla di musica, spettacoli, orchestra, swing, cappello di paglia, Montappone, Il cappello di paglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ay2