Inaugurata la mostra 'Immaginando il Tempo oltre lo spazio'

3' di lettura 13/07/2010 -

Taglio del nastro sabato scorso 10 luglio alle ore 17.30 per la mostra “Immaginando il Tempo oltre lo spazio” – personale di Saverio Riganò, allestita presso la Sala dei Ritratti e la Sala degli Stemmi di Palazzo dei Priori di Fermo.



“Un omaggio all’artista Saverio Riganò, per l’impegno profuso per lo sviluppo dell’arte contemporanea in questo territorio, a favore della crescita e della formazione di giovani talenti artistici del territorio” ha esordito il Sindaco Saturnino Di Ruscio, nella presentazione della mostra che si è svolta presso il Gabinetto di rappresentanza di Palazzo dei Priori.

“La mostra di Riganò è un esempio di comunicazione tra arti visive e letteratura, tra immagine e parola, di un linguaggio sperimentale che cerca il collegamento tra dimensioni diverse. La luna e le visioni dell’arte di Osvaldo Licini, l’incisione che evoca la fotografia di Mario Giacomelli con il paesaggio collinare marchigiano, tante le suggestioni dell’arte del Novecento marchigiano espresse nell’arte di Riganò” – così Francesco Tedeschi, critico d’arte e docente di storia dell’arte contemporanea e della letteratura presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ha presentato la mostra di Riganò e continua “Al centro di questa sua esposizione la cosmologia come ricerca dell’infinito, di rappresentazione dell’invisibile, dal cosmo alla narrazione, tra paesaggi siderali e dimensione surreale. Il tempo e lo spazio come recita il titolo della mostra, sono le due categorie al centro della ricerca artistica, letteraria e scientifica del Novecento, ricerca che si apre attraverso l’arte ad una nuova metafisica”.

“Una mostra che riassume il lavoro e l’impegno di tanti anni, di un’intera vita” queste le parole dell’artista Riganò, pronunciate non senza commozione durante la presentazione. “Auspico che qualche giovane artista del territorio raccolga l’eredità di Saverio Riganò, magari tornando a pubblicare la rivista “L’Ariete”, spazio di confronto tra intellettuali del territorio fermano, per un dialogo tra arti visive, poesia e letteratura” ha concluso il Sindaco Saturnino Di Ruscio. La sezione della mostra allestita presso la Sala degli Stemmi di Palazzo dei Priori raccoglie riviste, illustrazioni, opere a stampa, manifesti d’arte, incisioni, che rappresentano una parte importante della produzione artistica di Riganò.

La mostra resterà aperta fino al 31 agosto 2010 e sono previsti eventi a latere come la presentazione del lavoro di ricerca, svolto da Alessandro Ceteroni, come tesi di laurea, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, sui numeri editi della rivista l’Ariete, edita da Riganò, con la presenza anche del prof. Giuseppe Langella dell’Università Cattolica di Milano.

La mostra di Riganò è soltanto la prima di numerose iniziative promosse in questa estate fermana dall’Amministrazione Comunale e dedicate all’arte contemporanea a Fermo e nel Fermano. Iniziative che nel segno della continuità si susseguiranno anche nei mesi successivi, senza escludere il progetto importante di una collettiva di artisti contemporanei fermani.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-07-2010 alle 19:06 sul giornale del 14 luglio 2010 - 715 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aa5





logoEV
logoEV
logoEV