Via libera alle borse lavoro per 150 diplomati e laureati

università 3' di lettura 11/07/2010 -

La Giunta provinciale di Fermo, nella seduta del primo luglio 2010, ha approvato le linee guida per l’emanazione dell’Avviso pubblico per l’assegnazione di n. 150 borse di studio per la realizzazione di progetti di ricerca per laureati ed esperienze lavorative di diplomati, inoccupati o disoccupati e residenti nella provincia di Fermo, da svolgersi presso piccole e medie imprese con sede operativa in uno dei comuni del territorio provinciale fermano.



Tali borse permetteranno ai laureati ed ai diplomati di questo territorio, di svolgere un’attività di ricerca o un’esperienza lavorativa, sulla base di uno specifico progetto innovativo da condividere con l’impresa ospitante, per elevare le personali propensioni all’occupabilità in un momento di permanente difficoltà occupazionale, soprattutto giovanile ed intellettuale. Per la realizzazione di detto intervento la Provincia di Fermo ha deciso di investire risorse finanziarie per un importo di oltre 1 milione d’euro a valere sull’Asse II “Occupabilità” del POR Marche FSE 2007-2013. Si prevede, infatti, di finanziare n. 150 borse (di cui n. 90 per diplomati per una borsa pari ad € 650 mensili e n. 60 per laureati con borsa di € 750 mensili) della durata di 8 mesi. Il Presidente e gli Assessori hanno evidenziato gli aspetti innovativi, rispetto alle borse attivate negli anni precedenti, del progetto che s’intende avviare nei prossimi giorni, poiché, questo prevede uno sviluppo in 2 fasi distinte.

La prima fase, individuabile nella permanenza presso la piccola e media impresa del laureato o del diplomato a titolo di borsa di studio, di durata di 8 mesi (il cui costo sarà a totale carico dell’Ente Provincia), e la seconda che si concretizzerà nella concessione di un contributo a quelle imprese che procederanno, entro alcuni mesi dal termine della suddetta borsa, all’assunzione degli stessi borsisti ospitati. Un ulteriore elemento innovativo dell’iniziativa è rappresentato dal coinvolgimento, sia nella già avvenuta fase di progettazione dell’intervento, sia nella gestione della fase propedeutica all’attivazione delle borse, attraverso un’attività d’informazione, orientamento ed assistenza alle imprese ed ai giovani laureati e diplomati, delle locali associazioni di categoria.

L’Esecutivo ha rimarcato, infine, le iniziative che l’Amministrazione Provinciale ha già intrapreso per favorire e mantenere l’occupazione del territorio come, ad esempio, l’intervento concernente gli ammortizzatori sociali in deroga per i lavoratori delle piccole imprese (che ha già assorbito risorse vicine ai 4 milioni di Euro) ed il nuovo progetto di prossima scadenza per l’erogazione di borse di studio per n. 11 attività di ricerca (per oltre 120.000 Euro) che vede protagonisti i Piccoli Comuni quali soggetti ospitanti dei giovani laureati residenti nella provincia di Fermo. A queste vanno aggiunte ancora le attività formative per l’apprendistato per quasi 200.000 Euro, le attività formative circa la sicurezza nei luoghi di lavoro per altri 200.000 Euro, la concessione dei voucher formativi ai lavoratori in cassa integrazione per oltre 1 milione di Euro ed altre risorse che verranno indirizzate per la creazione d’impresa giovanile e femminile.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2010 alle 17:07 sul giornale del 12 luglio 2010 - 1001 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, fermo, laurea, diploma, provincia di fermo, borsa lavoro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/6y





logoEV
logoEV