Di Ruscio sul nuovo farmer market e la valorizzazione del territorio

saturnino di ruscio 2' di lettura 07/07/2010 -

L’inaugurazione dei nuovi locali del Farmer Market o ‘Mercato di Campagna Amica’ in Via Donizetti rappresenta un traguardo e allo stesso tempo un’occasione per effettuare un bilancio del lavoro messo in atto nel tempo da questa amministrazione e anche precedentemente a favore del territorio.



Negli anni novanta abbiamo creato Tipicità, il festival dei prodotti tipici locali che, in 18 anni di vita, è andato crescendo sempre di più fino a diventare la vetrina delle eccellenze del Made in Marche. Di pari passo a questo abbiamo lavorato per la nascita della Bottega di Tipicità e di Tipicità Estate, manifestazione quest’ultima mirata alla promozione integrata del territorio fermano e dei suoi prodotti tipici nel periodo di massima affluenza turistica. Oggi, dopo oltre 20 anni di lavoro, il Farmer Market rappresenta un modello per quel che riguarda l’eccellenza dei prodotti tipici delle nostre campagne.

Un’intuizione partita proprio da questa Amministrazione e che nel corso degli anni è stata sviluppata con il contributo della Coldiretti fino a creare il progetto di “Campagna Amica”. Per avere un esempio dell’impegno e delle difficoltà affrontate per arrivare alla situazione attuale basta pensare a quando, alla fine degli anni ’80, si preferiva importare la carne dall’estero perché costava meno. Noi ci siamo sempre opposti, andando a quei tempi controcorrente, ribadendo con fermezza la necessità di valorizzare l’agroalimentare locale. Il successo degli ultimi anni ha dimostrato come la nostra posizione fosse nel giusto e soprattutto lungimirante.

Il risultato è quello di prodotti a prezzi più bassi e di qualità superiore proprio perché coltivati e venduti ‘in loco’ senza dover subire tutto il ciclo di trasporto con l’utilizzo di celle frigorifere, trattamenti vari, vendita all’ingrosso e distribuzione. Una via privilegiata, che permette una migliore conservazione dei generi alimentari agricoli. Da sempre quest’Amministrazione ha lavorato per la promozione integrata del territorio, in un binomio sempre più forte tra prodotti tipici e il loro contesto di produzione. Un rapporto diretto con il produttore insieme alla garanzia di provenienza dei cibi portati a tavola rappresentano una traguardo significativo. Quella che stiamo cercando di portare avanti concretamente è la filosofia dei “prodotti agricoli a chilometro zero”.

Prodotti sostenibili dal punto di vista ambientale perché non fanno consumare carburante necessario al trasporto e quindi contribuiscono a ridurre l'inquinamento atmosferico e garantiscono anche condizioni di genuinità e freschezza uniche perché non sono soggetti a lunghi viaggi. In tal senso continua il nostro impegno nella valorizzazione delle eccellenze locali, il tutto tenendo conto sempre di nuovi fattori, primo tra tutti il rispetto dell’ambiente e la promozione del Made in Fermano.


da Saturnino Di Ruscio
sindaco di Fermo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-07-2010 alle 18:46 sul giornale del 08 luglio 2010 - 788 letture

In questo articolo si parla di attualità, saturnino di ruscio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Yz





logoEV
logoEV