Porto S. Elpidio: Renzi replica alle dichiarazioni di Albunia

teatro 4' di lettura 06/07/2010 -

Intervengo in merito ai soliti, aspettati e puntuali strafalcioni di un consigliere comunale di Porto Sant’Elpidio riguardo alla XXI edizione de 'I Teatri del Mondo'.



Voglio fare un cappello spero grande abbastanza, da sempre la mia posizione in ambito professionale è stata punto di riferimento per la puntualità e la passione che metto nel lavoro e mai per collocamenti politici che ho sempre evitato, sono abituato a valutare le persone per quello che dicono e che fanno più che per dove si schierano, era nota la mia stima per l’Assessore Santori (centro destra) al quale ho anche dedicato il mio ultimo libro, com’è nota l’altrettanta stima che avevo per l’Assessore Gianni Battilà (centro sinistra) al quale ho dedicato il festival 2010.

'Eventi Culturali' lavora stabilmente in tutta Italia e particolarmente nelle province di Macerata, Fermo ed Ascoli Piceno, con Amministrazioni di qualunque appartenenza. Voglio quindi porre una domanda seria al mio amico On.Remigio Ceroni, con il quale ho condiviso bellissimi anni di Scuola: sono certo che nel tuo schieramento ci sono delle persone intelligenti e tenaci, ne ho avuto e ne ho tutt’ora prove evidenti, allora mi, e ti chiedo, ma davvero a rappresentarti a Porto Sant’Elpidio non trovi una persona più degna, davvero un uomo culturalmente squalificato come il consigliere Albunia può essere il centro destra?

Il Consigliere Albunia avrà letto da qualche parte, o forse è più giusto pensare che qualcuno gli abbia detto che 'Cogito ergo sum' e lui l’ha modificato in 'Parlo, ergo sum', per cui si crede che parlando esiste, solo perché lo fa, indipendentemente da quello che dice. Ora sono in partenza per l’Etiopia dove, come lui sostiene, andrò a 'passeggio' con un fotografo ed uno scrittore, in luoghi dove comunque non ci sono night club, questo qualcuno glielo dica forte e chiaro così magari capisce.

Andremo a fare un laboratorio con 30 orfani da genitori scomparsi per AIDS, andremo pagati da uno sponsor privato, andremo senza prendere nessuno un euro e siamo otto persone, andremo in un luogo dove non c’è nulla, nessun albergo per turisti, impianti fognari, luce elettrica ad ore e via dicendo, andremo perché non siamo barbari come lui, che dice che tanto queste cose non servono a nulla. Come se un qualsiasi intervento da solo potesse cambiare le sorti di milioni di persone più sfortunate di noi.

Con questa affermazione si cancellano cinquant’anni di progetti di solidarietà, decine e decine di ong e di volontari nel mondo, si cancella il governo italiano che destina una parte del PIL ai paesi in via di sviluppo, si cancella il valore e l’essenza della parola essere umano. Forse non lo sa, ma sono già oltre dieci anni che il nostro festival e la città di Porto Sant’Elpidio destinano € 5.000,oo ogni edizione a progetti di solidarietà, lui non sa nulla, lui parla perché è certo che la stampa riporti le sue farneticanti affermazioni di cui dovrebbe solo provare vergogna, poi vede la sua immagine sul giornale e si convince che quello che dice è pertinente a qualcosa nel mondo.

Il Festival non farebbe nulla per la città in cui vive, altra vetta di pensiero, come si può rispondere se non attraverso un proverbio 'non c’è peggior sordo di quello che non vuol sentire'. Se Porto Sant’Elpidio è presente nelle carte geografiche culturali d’Italia certo lo deve anche e soprattutto al suo festival, lo sanno anche i muri. Se Porto Sant’Elpidio oggi esporta prodotti culturali, cosa fino a vent’anni fa neanche immaginabile, e vanta la presenza di una delle quattro realtà di produzione delle Marche riconosciute dal Ministero Beni e Attività Culturali,

qualche merito ci dovrà pur essere e qualcosa nella città tornerà. Sono pronto ad un confronto pubblico con il consigliere Albunia, in una radio, in piazza, in una sede da lui scelta, dove vuole, mi farò carico di pagare personalmente le spese di pubblicità affinché la cosa sia comunicata , poi certe cretinate dovrà avere il coraggio di dirle in pubblico e di ascoltare le relative risposte.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-07-2010 alle 15:43 sul giornale del 07 luglio 2010 - 947 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio, marco renzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/TM





logoEV
logoEV