Province, in arrivo fondi per la valorizzazione dei territori

patrizia casagrande 1' di lettura 02/07/2010 -

Patrizia Casagrande, presidente dell'Upi, illustra le finalità del fondo cofinanziato da Unione Europea e Regione Marche.



41 milioni di euro, da ripartire tra le cinque province marchigiane. Il decreto regionale del 25 giugno ha dato il via libera per la concessione di fondi relativi alla valorizzazione del territorio, e Patrizia Casagrande, nella doppia veste di presidente della Provincia di Ancona e dell'Upi Marche, commenta con grande soddisfazione lo sbloccamento di queste risorse.

"Con questo fondo, cofinanziato da Regione ed Unione Europea, le province marchigiane potranno portare avanti l'impegno relativo allo sviluppo e alla sostenibilità ambientale". La presidente Casagrande ha infatti ricordato come, in tempi "molto duri per gli enti locali, con scenari proeccupanti", la concessione di questo fondo permetterà "la creazione di posti di lavoro, di occupazione e rappresenterà una vera boccata di ossigeno per i Comunali".

I 40 milioni di euro sono stati così ripartiti: 13,050 per Ancona, 5,8 per Ascoli Piceno, 5,2 per Fermo, 8,8 per Macerata e 7,9 per Pesaro Urbino.

I fondi, così ripartiti, dovranno essere investiti in bonifiche, interventi di prevenzione in aree a rischio idrogeologico, sostegno e recupero dei beni storici e culturali, valorizzazione di aree di pregio artistico e naturale, riqualificazione delle aree protette. I tempi massimi per poter accedere al finanziamento sono di 36 mesi, che comprendono la presentazione dei progetti e l'esecuzione degli stessi. Con la ripartizione del Fondo, secondo la Casagrande, "la Provincia conferma il suo fondamentale ruolo di cerniera: interfaccia con l'ente Regione e coordinamento dei Comuni".