Montottone: fotogrammi dal passato con 'I Forzati della Strada'

3' di lettura 21/06/2010 -

Anche la pioggia si è fermata per guardare il folto gruppo di ciclisti d’altri tempi che domenica scorsa (20 giugno) pedalavano per le strade bianche del Fermano.



Un filmato da Cinegiornale visto a colori e vissuto in presa diretta, tanto da creare quell’atmosfera di sospensione che può creare un viaggio nel tempo. La prima edizione de “i Forzati della Strada” è stata dunque una cartolina dal passato, ma con i brillanti colori del presente al posto della monocromia color seppia. La clemenza del meteo è stata decisiva per la riuscita della manifestazione: mezza giornata di tregua fra un temporale e l’altro di una bizzarra primavera. Quasi tutti “forestieri” il centinaio di partecipanti a questo evento di cicloturismo storico, a carattere nazionale, che sono andati alla scoperta delle stradine bianche che si dipanano dalla valle dell’Ete Vivo: un patrimonio paesaggistico sconosciuto e la traccia di un passato, ormai dimenticato, che bisognerebbe tutelate.

I ciclisti, partiti da Montottone scortati da moto e auto d’epoca, fra le quali la mitica 600 multipla (era l’ammiraglia dei bei tempi andati) e un camioncino in legno che fungeva da carro scopa, si sono spinti fino a Montelparo dove si sono ristorati nel piazzale del Museo della bicicletta, un grande spot anche per questa bella realtà.

Tantissimi i premi per i partecipanti: sono state gratificate dieci squadre e i sei migliori interpreti del ciclismo storico: il primo premio è andato al milanese Giorgio Minora, con una bici Legnano del 1938, lo stesso modello con il quale Gino Bartali trionfò nel suo primo Tour de France, e la maglia tricolore di Alfredo Binda del 1929, con tanto di “scudetto” con lo stemma dei Savoia e con il fascio littorio. Al secondo posto, a pari merito, gli ex professionisti degli anni ’50 Angiolino Piscaglia (in sella alla sua Ganna e con la maglia Ghigi) e Amerigo Severini (in maglia tricolore e con la sua vecchia Bianchi). Inoltre, fra tutti i partecipanti, sono stati estratti a sorte ben 18 premi in natura, tutti prodotti tipici locali come scarpe per uomo e donna, ciauscoli, Vino, Maccheroncini e due paia di scarpini per ciclista, stile retro, offerti da Marresi. Ai vincitori un’antica brocca contadina, il manufatto tipico di Montottone. Fra le manifestazioni collaterali spicca la mostra di memorabilia , sempre di argomento ciclistico, di Giorgio Mancini, altro ex professionista di un ciclismo che non c’è più.

Straordinario il pranzo d’epoca, non poteva essere altrimenti, cucinato dalle impareggiabili cuoche della Pro Loco di Montottone. Il sapore antico dei Vincisgrassi preparati alla maniera contadina, senza besciamella, e i fagioli con le cotiche hanno estasiato il palato dei ciclisti e delle famiglie che li avevano accompagnati. Prosciutto, ciauscolo e olive fritte hanno completato la pietanza prima di passare al dessert costituito da biscotti al mosto cotto accompagnati dal vino cotto. Un’autentica vetrina per le prelibatezze della cucina tradizionale Fermana e una straordinaria promozione per l’intero territorio.

Importante e decisivo, per la riuscita della manifestazione, il sostegno di alcune imprese del Fermano, molto apprezzato quello delle aziende agroalimentari, a partire da “Terre Picene”, che ha fatto conoscere e gradire il Rosso Piceno ai tanti convenuti, e ”la Campofilone” con la pasta sfoglia utilizzata per preparare i Vincisgrassi.

Questa sorta di “numero pilota” de “i Forzati della Strada” viene archiviato con successo. Ha anche avuto il merito di portare questo nuovo fenomeno del ciclismo storico nel Centro-Sud del Belpaese. Il prossimo anno farà parte del neonato Giro d’Italia di ciclismo d’epoca, e sarà l’occasione per allargare l’orizzonte oltre i confini nazionali accogliendo gli appassionati provenienti da tutta Europa.


da Comune di Montottone
www.montottonesi.info






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2010 alle 17:49 sul giornale del 22 giugno 2010 - 954 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Montottone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ov





logoEV
logoEV