Torre San Patrizio: lezioni da manager

università 2' di lettura 10/05/2010 - Enrico Paniccià, presidente del gruppo giovani ANCI e amministratore delegato dell’azienda GIANO di Torre San Patrizio, è stato invitato più volte in diverse Università italiane a tenere lezioni nell’ambito dei corsi di marketing attivati.

L’ultima di queste lezioni si è tenuta nei giorni scorsi ad Ancona, alla Facoltà di Economia dell’Università Politecnica delle Marche, dove Paniccià è stato ospite del Preside Gian Luca Gregori.

“È sempre molto stimolante incontrare giovani studenti e poter parlare e confrontarsi con loro” - sostiene Paniccià. “Di solito parto dalla situazione generale dell’industria calzaturiera italiana con un approfondimento a livello Marche, per poi iniziare a raccontare l’esperienza di Giano, un’azienda di terza generazione che, grazie ad alcune scelte strategiche di fondo, a cominciare dall’adozione di una politica di licensing, ha conosciuto dopo il 2005 una crescita significativa in termini dimensionali e di fatturato.


Per noi la chiave di volta è stata di individuare due marchi di assoluto rilievo quali La Martina e Harmont&Blaine e creare un ambiente di lavoro giovane e dinamico dove l’età media, a livello amministrativo e di direzione, è al di sotto dei 35 anni di età. Poi abbiamo attivato consulenze in outsourcing, in ambiti specifici come la finanza strategica e la comunicazione, che ci hanno dato valore aggiunto e ci hanno consentito di centrare risultati altrimenti non perseguibili. Le domande dei ragazzi” - continua Paniccià - “non sono mai banali, anzi. C’è l’evidente necessità di assumere informazioni utili al lavoro che stanno facendo, come studenti e come futuri manager o imprenditori, capire quali sono le caratteristiche di coloro che assumiamo, il perché di certe scelte, etc…”.


“Ospitare imprenditori giovani e di successo che raccontino il loro modus operandi in azienda” - sostiene Gregori – “è per noi e i nostri studenti una occasione di crescita straordinaria. Creare momenti di confronto e scambio di informazioni, con una valenza pratica evidente come in questo caso, rappresenta un punto di forza di una formazione universitaria che mira a definirsi efficace, moderna, di qualità. Questo vale per le calzature così come per altre aree produttive altrettanto stimolanti, dove determinante è la figura dell’imprenditore e l’impronta che questi riesce a dare all’azienda. Con Giano siamo in una situazione tipo, che ci consente di definire questa esperienza come un vero e proprio case history di successo. E poi, non posso dimenticare che Paniccià si è laureato proprio qui all’Università Politecnica delle Marche in Economia Aziendale…”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2010 alle 01:43 sul giornale del 10 maggio 2010 - 829 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Zefiro, torre san patrizio, paniccià





logoEV
logoEV