Porto Sant'Elpidio: al via il censimento dei loculi in prestito

2' di lettura 08/05/2010 - Il comune di Porto Sant’Elpidio ha dato il via ufficiale al censimento dei loculi in prestito. Nei giorni scorsi infatti il sindaco Andrenacci ha incaricato i funzionari dell’Ufficio Tecnico di raccogliere tutti i dati relativi a coloro che negli anni scorsi sono stati tumulati in loculi prestati da parenti o amici.

La finalità è proprio quella di stabilire il numero preciso di quanti sono i defunti in attesa di una tumulazione definitiva, in maniera tale da poterne predisporre in maniera graduale la traslazione. “Per ora- ha spiegato il sindaco Andrenacci- il primo passo che intendiamo fare è quello di avere un quadro preciso e dettagliato di tutti coloro che sono stati sepolti in un loculo in prestito. Una cifra che attualmente il comune non conosce visto che in passato, per una consuetudine, i cittadini potevano prendere in concessione loculi prima ancora del decesso, cosa che con il mio mandato non è più avvenuta.

Loculi che spesso rimanevano inutilizzati per molti anni e che all’occorrenza, in modo improprio, i proprietari prestavano a parenti o amici che ne avevano bisogno. Una prassi che è andata avanti per molti anni, che ora necessita di essere regolamentata. Il censimento si inserisce proprio in quest’ottica e permetterà di fare chiarezza: una volta terminata la raccolta dati infatti sapremo con precisione quanti sono i cittadini in attesa di una tumulazione definitiva, in modo tale da poterci attivare per una loro graduale traslazione.

L’obiettivo è quello di operare su un doppio canale che, da un lato porti a garantire la disponibilità dei loculi per i decessi che si verificano di anno in anno e dall’altro a poter dare, in maniera graduale, una tumulazione definitiva a coloro che sono stati sepolti nei loculi presi in prestito. In questo modo non si creerà nessuno squilibrio nella loro distribuzione e tutti saranno trattati allo stesso modo, senza privilegiare e favorire nessuno, perché i cittadini di Porto Sant’Elpidio sono tutti uguali ed hanno gli stessi diritti. Di conseguenza in qualità di sindaco ho il dovere di trattare tutti allo stesso modo”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2010 alle 11:40 sul giornale del 10 maggio 2010 - 753 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio, censimento dei loculi in prestito





logoEV
logoEV