Di Ruscio sul Cosif

saturnino di ruscio 2' di lettura 28/04/2010 - Tutti hanno voluto l’istituzione della Provincia di Fermo. Chi l’ha chiamata la ‘nuova provincia’ chi ‘la provincia nuova’, l’obiettivo comune e condiviso era che nuovi dovevano essere i metodi di lavoro e i rapporti con il territorio. Purtroppo l’evidenza dei fatti sembra dimostrare il contrario .

Veniamo al Cosif. La Provincia di Ascoli, ‘cattiva e matrigna’, non fa intestare alla Provincia di Fermo né patrimonio né quote di società e la ‘povera’ Provincia di Fermo si agita e da ottobre tiene il Cosif in stand-by e in trepidante attesa per il rinnovo degli organi. Tutto questo fino al mese di aprile (dopo avere avuto a disposizione ben 6 mesi) quando, facendo il centro sinistra mancare più volte il numero legale, si è arrivati al Commissariamento.

Poi improvvisamente la ‘cattiva matrigna’ di Ascoli intesta tutto (quote e patrimonio) alla Provincia di Fermo e come d’incanto la Regione Marche nomina il Presidente della Provincia Fabrizio Cesetti Commissario straordinario. Ad onor del vero il Presidente Cesetti mi ha voluto precisare che si è trattato di una semplice casualità. Non so se personalmente devo crederci, o fare solo finta di crederci, sta di fatto che da un po’ di tempo il delegato del Coni non è più di Fermo ma di Ascoli e il nostro territorio ha perso un’importante occasione rappresentata dal Liceo Musicale il cui progetto è andato in fumo.

Il mio non vuole essere un attacco al Presidente della Provincia, che tra l’altro è a conoscenza del mio interessamento per il sostegno del territorio e per la provincia stessa, soprattutto in una fase delicata come questa.

Se si pensa però ad una Provincia Nuova solo sulla forma e non nella sua effettiva sostanza, come Sindaco del Comune Capoluogo e come consigliere provinciale è mio dovere esprimere tutto il dissenso e portare avanti la mia battaglia per una politica che metta al primo posto gli interessi effettivi del territorio e non gli interessi di parte che vanno invece a suo discapito . Ho contestato certi metodi di fare politica all’interno del mio ex partito dal quale sono uscito, non vedo perché non dovrei farlo anche nei confronti di schieramenti ai quali non appartengo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2010 alle 17:51 sul giornale del 29 aprile 2010 - 857 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV