Nasce il Tavolo Azzurro Provinciale dedicato alla promozione turistica della provincia

fermo 4' di lettura 14/04/2010 - L’Amministrazione Provinciale di Fermo ha dato il via alla costituzione del “Tavolo Azzurro Provinciale”, un organismo consultivo turistico a livello provinciale volto a valorizzare e promuovere il territorio provinciale e a migliorare l’accoglienza e la promozione turistica grazie ad un maggior coordinamento fra i vari enti.

L’Amministrazione Provinciale di Fermo, al fine di facilitare la partecipazione di Enti, Associazioni e/o Organizzazioni che operano nel mondo turistico nella nuova Provincia ai vari momenti di programmazione, consultazione, confronto e decisione, ha dato il via alla costituzione di un organismo consultivo turistico a livello provinciale, denominato “Tavolo Azzurro Provinciale”, il cui vaglio definitivo ora spetterà alla Giunta ed Consiglio Provinciale. Sono servite diverse riunioni molto partecipate, con interventi costruttivi ed accesi dibattiti, per giungere alla definizione di un regolamento definitivo in modo tale che lo stesso sia uno strumento per agire con efficienza ed efficacia sul tessuto economico e sociale e più in generale sul territorio.


Il metodo della concertazione è stato individuato a vari livelli come lo strumento privilegiato per la definizioni di programmi ed iniziative – sottolineava l’artefice di tale iniziativa, l’Assessore al Turismo della Provincia di Fermo, Guglielmo Massucci – ed alla fine il voto unanime da parte di tutta l’Assemblea dei partecipanti, ben 35 soggetti in rappresentanza di altrettanti Enti ed Associazioni (su poco più di quaranta invitati), ne è la dimostrazione, anche se non è stato facile dovendo dirimere il dubbio tra un direttivo snello ed uno maggiormente rappresentativo”.


Nello specifico, allo scopo di instaurare una consultazione costante, il Tavolo Azzurro Provinciale si compone di un’Assemblea Generale – i cui membri sono individuati ed invitati dalla Provincia di Fermo – e da un Consiglio Direttivo di tredici membri. L’Assemblea generale dei partecipanti è il massimo organo consultivo ed ha il compito di delineare gli indirizzi generali del Tavolo Azzurro Provinciale. L’Assemblea generale può suddividersi in tre sotto tavoli territoriali – della montagna, della collina, della costa – al fine di discutere delle problematiche inerenti l’aera territoriale di competenza. All’interno di ogni tavolo territoriale dovrà essere individuato un soggetto che fungerà da portavoce all’interno del Consiglio Direttivo. Tale principio è stato derogato per la zona montana, ove è stato già individuato nell’Ente Parco Nazionale dei Monti Sibillini il soggetto coordinatore.


Il Consiglio direttivo svolgerà funzioni di coordinamento e di attuazione dei programmi e fungerà inoltre da organo di consulenza per l’individuazione delle linee operative più opportune ed utili al raggiungimento delle finalità descritte, recependo le indicazioni che verranno dal territorio ed in particolar modo dai tavoli territoriali. Gli scopi del Tavolo Azzurro Provinciale sono molteplici, come evidenziato nell’art.2 del suddetto regolamento, ma l’obiettivo è sempre unico: giungere ad un progetto strategico intersettoriale che valorizzi e promuova il territorio provinciale attraverso un maggior coordinamento fra i differenti operatori turistici, al fine di migliorare l’accoglienza e la promozione turistica, sviluppando le varie filiere turistiche presenti nel territorio, evitando una dispersione ed una frammentazione degli interventi.


Naturalmente – evidenziava l’Assessore Massucci – la divisione in tavoli territoriali vuole essere solo un modo per semplificare il lavoro dato che l’obiettivo è e rimane quello di promuovere un territorio nella sua unicità”. Concetto rafforzato del Presidente Cesetti il quale, non facendo mancare il suo apporto all’assemblea costitutiva, ha accolto con molto favore l’istituzione di tale organismo consultivo, sottolineando come il settore turistico debba essere sempre più un volano per l’economia della nuova Provincia di Fermo, puntando su un territorio che in pochi chilometro ha tanto da offrire e che quindi deve essere valorizzato in maniera univoca.


Componenti Consiglio Direttivo: C.C.I.A.A. di Fermo, Confcommercio Fermo; Confindustria Fermo; Confesercenti Fermo; S.T.L. Marca Fermana; GAL Fermano; UNPLI; Unioncamping; Sindacato Italiano Balneari (S.I.B.); Associazione Alberghi e Turismo della Provincia di Fermo; Associazione Turistico Alberghiera della Provincia di Fermo (ATAF); un Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici; CNA Fermo (da definire) in rappresenta della categoria artigiani.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2010 alle 18:34 sul giornale del 15 aprile 2010 - 639 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, provincia di fermo





logoEV
logoEV