S.P. 112 Val d’Ete Vivo – S.P. 180 Fonte Moscovia: Offidani al Sindaco

viabilità 3' di lettura 26/03/2010 - Di seguito riportiamo la risposta dell'Assessore provinciale alla Viabilità Renzo Offidani al sindaco di Ponzano di Fermo in merito agli interventi per la s.p. 112 Val d'Ete Vivo.

Egr. Sindaco, ricevo la sua lettera all’indomani del grave incidente verificatosi lungo la Valdete, in cui un uomo ha perso la vita e un altro è rimasto gravemente ferito, e può immaginare, perché condivide con me responsabilità di governo del territorio, con quanto dolore proverò ad argomentare questa risposta. Ritengo, comunque, del tutto inappropriata la sua associazione dell’incidente alle condizioni di manutenzione della strada come se esse fossero la causa del sinistro avvenuto in un incrocio in cui la segnaletica è adeguata e rispondente alle norme dettate dal Codice della strada.


La sicurezza della circolazione non dipende, infatti, solo dalla manutenzione della rete viaria, ma anche da altri fattori. Questa Amministrazione ha rivolto e rivolge notevole attenzione alla sicurezza delle strade e, in particolare, per la s.p. 112 Val d’Ete Vivo sta investendo, come sa, ben 700.000 euro nella sistemazione del piano viario con il rifacimento dell’asfalto per l’intero tratto da Caldarette d’Ete fino al confine con il comune di Monte Giberto e la regimentazione delle acque meteoriche.


Non è stato facile, in una situazione di conflittualità, ottenere il trasferimento di questi fondi, viste le reiterate ed immotivate resistenze della Provincia di Ascoli Piceno per quanto riguarda gli adempimenti connessi alla divisione, la Provincia di Fermo ci è riuscita grazie all’impegno del Presidente e del sottoscritto. Con determinazione e costanza siamo riusciti anche a far approvare il progetto esecutivo e bandire la gara d’appalto in tempi record, tanto che il bando è in pubblicazione da venerdì scorso con apertura delle offerte fissata per il prossimo 20 aprile. Con le somme a disposizione nel quadro economico del progetto è prevista la realizzazione di una nuova segnaletica lungo tutta la strada e qualora si registrasse un ribasso d’asta consistente come accaduto in recenti gare informali, si potrà cercherà una diversa e più adeguata sistemazione per l’incrocio con la s.p. 180 Fonte Moscovia.


Le sue segnalazioni e i suggerimenti relativi al rifacimento della segnaletica orizzontale sono assolutamente da condividere e sono stati già condivisi nell’incontro avuto con lei due mesi fa, ma, come già le ho accennato verbalmente, non è possibile realizzare segnaletica orizzontale nel periodo invernale. Infatti le basse temperature non consentono la stesa della vernice e qualora si riuscisse a stenderla, le condizioni di temperatura ed umidità del piano stradale non ne favorirebbero la tenuta.


Per quanto riguarda i dissuasori, siano essi semafori intelligenti o dossi, la informo, anche sulla scorta di uno specifico parere del Ministero delle Infrastrutture, che lungo le strade provinciali sono vietati dal Codice della strada. È invece ammessa l’installazione di speed-check, già posizionati con risultati soddisfacenti su alcune strade del fermano. I tecnici del Settore Viabilità attualmente stanno studiando delle soluzioni per contrastare l’eccesso di velocità lungo la s.p. 112, e in particolare in prossimità dell’incrocio con la s.p. 180 Fonte Moscovia. Qualora queste soluzioni non fossero facilmente attuabili per qualsivoglia ragione, si provvederà all’installazione di speed-check anche lungo questa strada.


Come vede, c’è la volontà dell’Amministrazione Provinciale di rendere questa strada ancora più sicura, ma ci sono anche tempi burocratici da rispettare.Saluti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2010 alle 19:27 sul giornale del 27 marzo 2010 - 1340 letture

In questo articolo si parla di politica, fermo, provincia di fermo





logoEV
logoEV