La Vergine di Loreto simbolo forte anche del territorio fermano

4' di lettura 26/03/2010 - Un simbolo forte quello della Vergine di Loreto che da sempre identifica la comunità in contesti più ampi: nel Seicento  il cardinale Giovanni Battista Pallotta indica la Vergine di Loreto come patrona della Confraternita della Santa Casa di Loreto a Roma, confraternita in cui personaggi fermani come il Cardinale Decio Azzolino Junior, Romolo Spezioli e la stessa Regina Cristina di Svezia furono ospitati. 

L'identità di un territorio si delinea attraverso le tradizioni culturali e religiose. Il culto mariano da sempre nella città di Fermo riveste un ruolo di centrale importanza, al punto che la città è posta sotto la protezione della Vergine Assunta a cui è dedicato il Palio con cui si rievocano le tradizioni medievali storiche, culturali e religiose fermane.

Questo vale anche per tutta la nostra Regione. E' significativo che proprio il 10 dicembre, giorno in cui si festeggia la Vergine di Loreto, sia la data scelta per celebrare la Giornata delle Marche che è sinonimo dell'orgoglio marchigiano, del riconoscimento di un'identità che passa attraverso la storia religiosa e culturale di un territorio legato ai valori della tradizione. La Vergine di Loreto da sempre è un segno, un simbolo attorno a cui si stringono tutti i Marchigiani all'estero, nel ricordare i valori del territorio da cui provengono. Un simbolo forte quello della Vergine di Loreto che da sempre identifica la comunità in contesti più ampi: nel Seicento il cardinale Giovanni Battista Pallotta indica la Vergine di Loreto come patrona della Confraternita della Santa Casa di Loreto a Roma -oggi Pio Sodalizio dei Piceni a Roma - , confraternita in cui personaggi fermani come il Cardinale Decio Azzolino Junior, Romolo Spezioli e la stessa Regina Cristina di Svezia furono ospitati.

La festa più bella della nostra città, quella del Palio con i suoi figuranti è dedicata proprio all'Assunta. Saranno proprio i tamburini del Palio dell'Assunta ad accogliere domenica 28 marzo 2010, alle ore 18.00 la statua della Vergine di Loreto, in arrivo al Santuario di S. Maria a Mare, tappa nel territorio della città fermana, in un luogo ricco di antica tradizione religiosa, di storia, a ridosso del mare, rivolto verso quell'Oriente da cui la tradizione vuole che la statua della Vergine sia giunta a Loreto.

La statua, scortata dalle forze dell'ordine, arriverà al Santuario di S. Maria a Mare, dopo un itinerario lungo la costa attraverso i Comuni di Porto S. Elpidio, Porto San Giorgio, il quartiere fermano di Salvano ed infine Marina Palmense.

La Vergine Lauretana sarà accolta dal parroco e rettore del Santuario Padre Lino Tagliani, dalle autorità religiose della diocesi fermana ed anche da autorità civili e militari del territorio fermano tra cui il Sindaco della Città di Fermo Saturnino Di Ruscio. "Un momento significativo per la città di Fermo, non soltanto per la sua vita spirituale, ma anche civile, data l'importanza che la Vergine di Loreto ha da sempre rivestito per la comunità cittadina: tante le testimonianze iconografiche, artistiche e documentarie che il culto mariano ha lasciato nella nostra città, a partire da questo santuario, sorto sul guado del fiume Ete, antico punto di riferimento per i pellegrini diretti agli imbarchi in Terra Santa che si avventuravano lungo le zone costiere, fino all'Ottocento in cui la comunità fermana invocò la Vergine Lauretana per implorare la liberazione dall'epidemia di colera. Una presenza forte, un simbolo di unità quello della Vergine di Loreto, non soltanto per la comunità religiosa, ma anche per quella civile".

La "Peregrinatio Mariae" farà tappa nella nostra città dopo il Santuario di S. Maria a Mare in data 31 marzo sarà nella Parrocchia di S. Antonio, poi di S. Lucia fino a giungere alla Cattedrale Metropolitana nella solenne processione del Venerdì Santo. L'itinerario fisico e spirituale della statua della Vergine Lauretana è un segno che prepara il XXV Congresso Eucaristico Nazionale che si terrà ad Ancona nel settembre 2011.

Un rapporto con il culto mariano che apre la città di Fermo, anche ad orizzonti europei: la recente edizione del Festival "Tipicità" ha ospitato tra le nazioni europee anche il comune bavarese di Altötting, non soltanto città natale di Papa Benedetto XVI, ma anche sede di un importantissimo Santuario Mariano, meta di pellegrinaggi da tutt'Europa, proprio come quello della Vergine di Loreto a cui è idealmente unito attraverso il gemellaggio tra il comune di Loreto e quello della stessa Altötting, che ora coinvolge anche Fermo.

Fermo, li 26 marzo 2010

Il Sindaco

Saturnino Di Ruscio






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2010 alle 14:49 sul giornale del 27 marzo 2010 - 277776 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV