La Provincia di Fermo riceve una delegazione croata

delegazione croata 3' di lettura 24/03/2010 - Il Presidente della Provincia Fabrizio Cesetti ha ricevuto stamani, nella Sala Consiliare della Provincia, una delegazione croata costituita dal direttore per la promozione degli investimenti Cvijetko Zorović (Trade and Investment Promotion Agency di Zagabria) e dal Responsabile settore agroalimentare Vjeran Nikolić (Trade and Investment Promotion Agency di Zagabria).. 

All’incontro in provincia erano presenti anche il Vicepresidente Gaetano Massucci, l’Assessore al Turismo e Agricoltura Guglielmo Massucci, l’Assessore all’Ambiente e Attività Produttive Renato Vallesi, l’Assessore alla Viabilità Renzo Offidani, il Dirigente del Servizio Turismo Alessandro Ferracuti, la coordinatrice interprovinciale di Confartigianato Ascoli-Fermo Maria Désirée Basili e il Presidente della Fideas Giuliano Bartolomei.


Ha introdotto la coordinatrice interprovinciale di Confartigianato imprese Ascoli-Fermo Maria Désirée Basili “la Confartigianato ha da tempo avviato questo tipo di iniziative anche in funzione degli ultimi dati negativi dell’ISTAT sull’export nazionale (-2,4%) e regionale (- 2,7 %). Visto che il territorio fermano è quello trainante per la regione ed ha questa vocazione, abbiamo pensato di fare questa conoscenza reciproca affinché si possano istaurare una serie di collaborazioni che possano portare valore aggiunto ai due territori.”


“La Croazia sembra lontana, ma l’Italia è il suo primo partner commerciale - ha dichiarato Presidente della Fideas Bartolomei - è un paese giovane dinamico che ha ampie prospettive di crescita considerando anche che si appresta ad entrare in Europa. Inoltre i prodotti italiani occupano sul mercato locale una posizione importante.” Particolare interesse hanno suscitato le parole del direttore per la promozione degli investimenti Cvijetko Zorović sulla struttura socio-economica del territorio croato e sulle possibili prospettive di collaborazione “non siamo particolarmente soddisfatti degli investimenti italiani, che sono per lo più rivolti al settore finanziario, banche in primis – ha continuato il direttore – vista anche la breve distanza di solo 142 km con le Regione Marche ma soprattutto con questa nuova Provincia si potrebbero realizzare delle Joint venture con aziende croate nei vari settori di interesse come quello del turismo, dell’energia rinnovabile, ecc..


I campi di collaborazione ci sono, bisogna trovare i modi, le forme più correte ecc. Noi come agenzia disponiamo di cinque persone che parlano italiano e possiamo essere utili a tutti coloro che hanno interesse ad investire o realizzare delle Joint venture in Croazia.” Dopo i saluti di rito, il Presidente Cesetti ha rimarcato l’importanza di future collaborazioni soprattutto nei settori traino della nostra economia provinciale ed ha anche ricordato l’importanza strategica del collegamento diretto che sta nascendo da Porto San Giorgio con le coste della Croazia “Così come sono importanti le relazioni con il settore turistico, agricolo, agroalimentare così come le imprese di produzione della plastica – ha dichiarato il Presidente - ma anche con il settore delle energie rinnovabili che oltre a fornire energia pulita favoriscono l’occupazione.


La nostra è una provincia che deve crescere e per crescere ha bisogno di intavolare queste relazioni oltre i propri confini territoriali provinciali. Con gli assessorati competenti – ha continuato Cesetti - cercheremo di mettere in campo delle iniziative concrete.” In conclusione “La provincia ha in animo – ha dichiarato l’Assessore al Turismo Massucci - di sostenere la creazione e la diffusione di pacchetti turistici concertando con il tavolo azzurro le maniere più efficaci per la promozione di entrambi i territori.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2010 alle 14:44 sul giornale del 25 marzo 2010 - 943 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, provincia di fermo





logoEV
logoEV