Montegranaro: Gismondi su 'Sutor Sigma Coatings'

gastone gismondi 4' di lettura 24/03/2010 - Da amministratore, so perfettamente che le priorità sono tante e che è sempre più difficile far quadrare i conti. Oggi però non riesco a tacere. Questa lettera vuole essere una richiesta di attenzione alla Provincia di Fermo e alla Regione Marche, ma anche ai Comuni ed ai tanti imprenditori del nostro territorio.

Prima di entrare nel merito della questione, ci tengo a precisare che non vi è alcuna strumentalizzazione “politica” e mi auguro che, seppure le elezioni sono ormai alle porte, non ce ne siano neppure da parte dei destinatari: è doveroso non rimandare un appello da parte mia e di tutta l’amministrazione comunale.


Non sono l’unico, in questi giorni, a parlare di Sutor Sigma Coatings. Ne parlano tutti, tifosi e non, stampa nazionale e locale, perché questa Sutor fa notizia: aprite un giornale, guardate la classifica di campionato serie A1. Guardate in alto però, la Sutor Sigma Coatings è lassù. Se di Montegranaro, oggi ancora con più forza, tutti parlano è grazie a questa eccellenza. La mia- la nostra - città sale agli onori della cronaca grazie alle gesta, trionfanti, di una squadra che guadagna un secondo posto e sa mantenerlo (dopo averci regalato la sicurezza della salvezza e il sogno delle Final Eight) e che punta dritto verso altri obiettivi. Se tutti, oggi ancora con più forza, parlano di Montegranaro è grazie agli sforzi di una società seria, che, con impegno, dedizione, professionalità e sacrifici e con le risorse disponibili, poche se ci si confronta con altri, fa vivere un’emozione dopo l’altra ai centinaia e centinaia di tifosi. Con la Sutor Sigma Coatings non si parla solo di Montegranaro: si parla bensì anche della nostra Provincia e della nostra Regione.


Questa squadra è diventata infatti testimonial ideale di un intero territorio, eccellenza tra le eccellenze di una Regione che, a mio modesto avviso, ancora non ha saputo cogliere appieno la forza dirompente di questo concetto e la grande opportunità che ci è servita. Mi trovo mio malgrado a rilevarlo dal momento che anche gli ultimi appelli sono risultati vani. Non una parola, neppure di incoraggiamento, è arrivata dalla Regione Marche. Delle risorse disponibili che, anche alla luce di certe scelte intraprese, il governo regionale non avrebbe fatto fatica a reperire, non una è stata destinata alla Sutor (né alla Scavolini, ci tengo a sottolineare) quale sostegno, scelta discutibile e controcorrente anche di fronte a Regioni che, in passato, lo hanno fatto e continuano a farlo in termini importanti.


Montegranaro è così lontana da Ancona? Non credo, e lo testimoniano anche gli sforzi che, giorno dopo giorno, questa città fa anche per garantire quelle risorse che Palazzo Raffaello distribuisce altrove e non sempre in maniera condivisibile. Invito allora quello che sarà il nuovo governo delle Marche, sin da ora tramite tutti i suoi candidati, a programmare un intervento così come è stato fatto in altre Regioni. Se sarà necessario, busserò ogni giorno alle porte di chi di dovere, in primis degli eletti del Fermano, perché qualcosa si muova e la stessa solerzia sarà utilizzata per aggiornare i cittadini, non solo i tifosi, dello stato dei fatti. Di promesse e spot ne abbiamo letti e visti troppi, ma ora servono i fatti.


Un discorso a parte per la Provincia, di cui si è molto parlato, sulla stampa, alcune settimane, per quei fondi mai arrivati da Ascoli Piceno quando ancora le Province erano una sola. Non si è però ancora detto se la nuova Provincia di Fermo intende - e in che misura - sostenere la Sutor Sigma Coatings: a tutti gli amministratori provinciali chiedo pertanto uno sforzo in tal senso sin da subito, ormai prossimi alla fase di stesura del bilancio. Lo stesso invito lo rivolgo anche ai colleghi Sindaci. So bene quanto sia dura, in tempi di tagli e risorse da dosare col contagocce, raggiungere obiettivi e far fronte alle priorità. Ma bisogna, quando vale la pena, saper ragionare anche in prospettiva, alzare lo sguardo, puntarlo oltre.


Invito i Sindaci a fare questo. Li invito a venire alle partite, specie chi non si è mai lasciato trascinare dall’alchimia di talento, entusiasmo e dedizione dei giocatori, per rendersi conto che questa squadra è di tutti noi. Un progetto condiviso tra Comuni, pensato insieme alla dirigenza della Sutor, potrebbe essere un passo importante a sostegno di questa squadra che, lo ricordo, ha fondamentale bisogno di forze ed energie sempre nuove. Chi ci crede si faccia avanti. Infine, le ultime parole sono per gli imprenditori: ce ne sono già diversi, importanti, preziosissimi, a sostegno di questa squadra. Altri è importante si facciano avanti. Ve lo chiede anche il Sindaco di Montegranaro a nome di tutta la città e di quanti, sono migliaia, credono che è il momento di farsi avanti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2010 alle 00:54 sul giornale del 24 marzo 2010 - 944 letture

In questo articolo si parla di attualità, Montegranaro, Comune di Montegranaro





logoEV
logoEV