La Regione finanzierà videocamere sulla Valdaso entro l'estate

Unione Comuni Valdaso 1' di lettura 23/03/2010 - Non potevano e non volevano più starsene con le mani in mano, specie dopo gli ultimi furti e atti vandalici che hanno colpito il comune di Moresco, uno dei tanti gioiellini della vallata fermano-picena.

Stiamo parlando dei sindaci che proprio ieri, dietro l'input di Amato Mercuri primo cittadino moreschino, si sono riuniti nella giunta dell'Unione Comuni Valdaso.


Giunta che ha preso una decisione importante, per certi versi storica, visto che mai prima d'ora la vallata aveva avuto bisogno di un impianto di videosorveglianza per incrementare la sicurezza e inchiodare quelle bande che negli ultimi mesi hanno colpito il territorio più a sud della nuova Provincia di Fermo. La notizia è che le telecamere sono in arrivo.


Prima dell'estate, assicura il giovane amministratore di Moresco, ogni paese dell'Unione sarà dotato almeno di una telecamerina. In seguito ne verranno installate altre. Intanto verranno coperte le aree che i vari sindaci reputano come strategiche. A Moresco, ad esempio, verrà installata all'ingresso del paese, a Montefiore e Monterubbiano i rispettivi sindaci hanno individuato nel parco l'area maggiormente a rischio, gli altri primi cittadini hanno fatto la stessa cosa.


Prima dell'installazione degli strumenti, spiega Mercuri, l'Unione ha incaricato un tecnico specializzato che dovrà trovare il sistema per allargare la banda di trasmissione e ricezione delle immagini.


Al momento, infatti, il meccanismo è insufficiente per poter coprire tutto il territorio. Un mese di tempo per predisporre il tutto poi, a seguire, il montaggio delle videocamere che rileveranno anche le targhe delle automobili e saranno anti abbaglianti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2010 alle 11:42 sul giornale del 24 marzo 2010 - 519 letture

In questo articolo si parla di politica, Unione Comuni Valdaso





logoEV
logoEV