Ripartizione del patrimonio provinciale, Di Ruscio presenta un\'interpellanza

saturnino di ruscio 13' di lettura 22/03/2010 - Interpellanza di Saturnino Di Ruscio sulla ripartizione del patrimonio provinciale.

Il sottoscritto Consigliere Provinciale Saturnino Di Ruscio, premesso che:


la legge 11 Giugno 2004 n.147, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 138 del 15 Giugno 2004 ed in vigore dall\' 1 Luglio 2004, ha istituito la nuova Provincia di Fermo affidando all\' Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno il compito di procedere alla ricognizione della propria dotazione organica di personale e dello stato di consistenza del proprio patrimonio ai fini delle conseguenti ripartizioni, da effettuare con apposite deliberazioni della Giunta, in proporzione al territorio e alla popolazione trasferiti alla nuova Provincia (art.3); con Deliberazione n. 20 del 03.02.2005 il Consiglio Provinciale ha fornito alla Giunta Provinciale i primi indirizzi generali per l\'attuazione della Legge 147/2004; con Deliberazione n.68 del 31.07.2008 il Consiglio Provinciale ha ulteriormente fornito una serie di indirizzi operativi sulle modalità di attuazione della Legge 147/2004 di cui la Giunta Provinciale doveva tenere conto per avviare formalmente le attività di concertazione con il Commissario Governativo e le attività di concertazione/contrattazione con le Organizzazioni Sindacali dei lavoratori propedeutiche dell\'adozione dei provvedimenti definitivi previsti dall\'art. 3 della L. 147/2004; con la precedente “Deliberazione quadro” della Giunta Provinciale n. 13 del 22.01.2009 si è dato atto della metodologia di lavoro utilizzata e del processo partecipativo volti ad assumere determinazioni tecnico-amministrative corrette e tempestive nonché a definire soluzioni eque e il più possibile condivise per l\'attuazione della L. 147/2004 e, nel contempo, sono state stabilite le percentuali generali di riparto nella misura del 56,53% per la Provincia di Ascoli Piceno ridefinita e del 43,47% per la nuova Provincia di Fermo;


il Dirigente dell\'Ufficio Straordinario per la Riorganizzazione del Territorio delle Province di Ascoli e Fermo ha adottato le seguenti Determinazioni inerenti i beni del patrimonio; 1.Determina n. 16/USRS del 25/06/2008: “Ricognizione tecnica preliminare delle scuole di proprietà della Provincia di Ascoli Piceno”; 2.Determina n.17/USRS del 25/06/2008: “Ricognizione tecnica preliminare degli altri fabbricati e dei terreni di proprietà della Provincia di Ascoli Piceno”; 3.Determina n.18/USRS del 25/06/2008: “Ricognizione tecnica preliminare delle strade di proprietà della Provincia di Ascoli Piceno”; 4.Determina n.19/USRS del 25/06/2008: “Ricognizione tecnica preliminare delle partecipazioni societarie possedute dalla Provincia di Ascoli Piceno”; 5.Determina n.22/USRS del 15/07/2008: “Ricognizione tecnica preliminare delle immobilizzazioni e degli impianti specifici di proprietà accessori al sistema della viabilità e alla gestione e tutela del territorio della Provincia di Ascoli Piceno”; 6.Determina n.25/USRS del 17/07/2008: “Ricognizione tecnica preliminare del Patrimonio mobiliare: automezzi e attrezzature tecnico-operative del sistema dei Lavori Pubblici della Provincia di Ascoli Piceno”; 7.Determina n.26/USRS del 17/07/2008: “Ricognizione tecnica preliminare del Patrimonio mobiliare: beni artistici di proprietà della Provincia di Ascoli Piceno”; 8.Determina n.33/USRS del 01/08/2008: “Simulazione dei bilanci separati delle Province di Ascoli Piceno e Fermo con relativa evidenziazione della situazione debitoria aggiornata al 31.12.2007”; 9.Determina n.61/USRS del 19/012/2008: “Ricognizione interna della proposta istruttoria di valutazione di massima degli immobili di proprietà della Provincia di Ascoli Piceno”; 10.Determina n.63/USRS del 19/12/2008: “Ricognizione della situazione debitoria della Provincia di Ascoli Piceno aggiornata ai debiti in essere e a quelli contratti fino al 5/12/2008: mutui, prestiti obbligazioni ed altri debiti”; 11.Determina n.64/USRS del 19/12/2008: “Aggiornamento delle ricognizioni tecniche preliminari interne propedeutiche agli adempimenti di cui alla L. 147/04”; con Determina n. 207 del 29.10.2007 del Dirigente del Servizio Economico e Finanziario è stata incaricata la Ditta Gies s.r.l. ad eseguire la ricognizione dei beni mobili, finalizzata alla gestione e all\'aggiornamento degli inventari che oggi sono disponibili, sotto forma di database informatico, presso gli Uffici del Servizio CED della Provincia di Ascoli Piceno;


con Deliberazione n. 60 del 30.06.2008 il Consiglio Provinciale ha approvato il “Conto del Patrimonio” dell\'Ente al 31.12.2007; con Deliberazione n. 2 del 05.01.2009 la Giunta Provinciale ha approvato la proposta di Bilancio di previsione 2009/2011 nell\'ambito della quale ha stabilito di proporre al competente Consiglio Provinciale l\'adozione, in via del tutto indicativa, di due bilanci separati per le annualità 2010 e 2011 e una modalità di gestione del Bilancio 2009 che tiene conto del fatto che la divisione dell\'Ente interviene a metà dell\'esercizio; l\'art. 3 della L. 147/2004 stabiliva la necessità di concertare con il Commissario Governativo i contenuti delle deliberazioni relative alla ricognizione dello stato di consistenza del patrimonio e conseguente ripartizione; con Deliberazione n. 14 del 22.01.2009 la Giunta Provinciale ha deliberato quanto segue: 1.“di approvare quanto riportato nel documento istruttorio predisposto dal Dirigente dell\'Ufficio Straordinario Dott. Della Casa, allegato sotto la lettera A, relativo alla “Proposta di Ricognizione, Determinazione, Valutazione e Ripartizione della Consistenza del Patrimonio della Provincia di Ascoli Piceno per l\'attuazione della Legge 147/2004”, che è parte integrante della presente deliberazione; 2.di dare atto che l\'adozione della presente deliberazione costituisce a tutti gli effetti l\'adempimento attuativo previsto dall\'art. 3 della L. 147/2004 in merito alla ricognizione e conseguente ripartizione della consistenza del patrimonio tra le due nuove Province; 3.di stabilire che la sede operativa provvisoria degli uffici della nuova Provincia di Fermo è individuata, in aggiunta agli immobili già in funzione sul territorio, presso una parte dell\'immobile comunemente denominato “Polo Scolastico di Fermo” sito nel Comune di Fermo in via Marsala, per una superficie coperta complessiva di circa 2700 mq (porzioni piani2°,3°, 4°) così come convenuto dalla stessa Assemblea dei Sindaci del Fermano con nota a firma del Commissario Governativo Dott. De Feis del 14.09.2007; 4.di dare altresì atto dell\'avvenuta concertazione con il Commissario Governativo sui contenuti della presente proposta deliberativa, come previsto dall\'art. 3 della L. 147/2004, il cui esito positivo è stato documentato con comunicazione del 22 gennaio 2009 n. prot. 28; 5.di dare atto che la ripartizione del patrimonio in quanto tale determina un impatto sulla gestione corrente delle due future Amministrazioni autonome tale da non compromettere la possibilità di salvaguardare gli equilibri economico-finanziari; 6.di dare atto che qualora dovesse intervenire, fino alla data ultima di approvazione del Conto Consuntivo dell\'esercizio 2008 (stabilita per legge al 30.04.2009),fatti patrimoniali aggiuntivi e/o modificativi, i contenuti tecnico-amministrativi della presente deliberazione saranno di conseguenza adeguati sulla base di una situazione patrimoniale di tipo ricognitivo aggiornata a quella data; 7.di dare atto che di conseguenza le procedure che determinano gli effetti traslativi dei beni dell\'attivo e del passivo saranno attuate e/o completate dopo la chiusura del predetto termine e comunque entro il 30.06.2009; 8.di dare altresì atto che il monitoraggio sull\'attuazione della presente Deliberazione, anche ai fini degli eventuali aggiustamenti tecnico-amministrativi di cui al precedente punto 5, è demandato ad una “Conferenza dei Servizi” tra i Dirigenti competenti per materia, alla quale partecipano il Direttore Generale dell\'Ente e il Commissario Governativo con funzioni di coordinamento e supervisione.


Tale Conferenza dei Servizi, che sarà attivata tempestivamente subito dopo l\'approvazione della presente deliberazione e che si riunirà sistematicamente, di norma, ogni due settimane, dovrà in prima istanza sancire la ricognizione tecnico-amministrativa finale della consistenza del patrimonio alla data del 30.04.2009 (Conto Consuntivo dell\'anno 2008) e, in seconda istanza,dovrà monitorare la corretta e tempestiva esecuzione degli adempimenti successivi all\'adozione della presente deliberazione; 9.di dare atto che in ogni caso sarà garantito lo scambio sistematico dei dati, informazioni, e documentazione tra le due nuove amministrazioni, necessarie per la più efficiente, efficace e tempestiva attuazione della presente deliberazione; 10.di dare atto altresì che la presente deliberazione e tutti gli atti amministrativi conseguenti saranno trasmessi tempestivamente alle due nuove amministrazioni per la loro presa d\'atto; 11.di demandare ai Dirigenti competenti per materia l\'attuazione dei contenuti della presente deliberazione come segue: 11.1.al Dirigente del Servizio Edilizia Scolastica e Patrimonio Edilizio tutte le procedure tecnico-amministrative necessarie per intestare correttamente alle due nuove Province la proprietà e gli altri diritti reali di godimento degli immobili (fabbricati, terreni e cabine elettriche) e dei relativi beni mobili in essi contenuti (esclusi i beni artistici) secondo le modalità previste dalla presente deliberazione; 11.2 al Dirigente del Servizio Viabilità e Infrastrutture, tutte le procedure tecnico-amministrative necessarie per intestare correttamente alle due nuove Province la proprietà e gli altri diritti reali di godimento delle strade provinciali e degli altri beni immobili accessori al sistema della viabilità (ex pertinenze stradali, impianti di sollevamento delle acque, depositi a servizio della viabilità) secondo le modalità previste dalla presente deliberazione; 11.3 al Dirigente del Servizio Viabilità e Infrastrutture, tutte le necessarie procedure tecnico-amministrative per intestare correttamente alle due nuove Province la proprietà e gli altri diritti reali di godimento degli automezzi, macchine operatrici ed attrezzature tecnico-operative del sistema dei lavori pubblici, secondo le modalità previste dalla presente deliberazione;


11.4 al Dirigente del Servizio Tutela Ambientale, Rifiuti, Energia, Acqua, tutte le necessarie procedure tecnico-amministrative per intestare correttamente alle due nuove Province la proprietà e gli altri diritti reali di godimento dei beni immobili denominati “stazioni di monitoraggio”, secondo le modalità previste dalla presente deliberazione; 11.5 al Dirigente del Servizio Controllo e Relazioni Istituzionali con Aziende, Enti, Istituzione e Partecipate, tutte le necessarie procedure tecnico-amministrative per intestare correttamente alle due nuove Province delle partecipazioni societarie, secondo le modalità previste dalla presente deliberazione; 11.6 al Dirigente del Servizio Appalti, Contratti e Provveditorato, tutte le necessarie procedure finalizzate all\'allestimento “chiavi in mano” degli arredi dei nuovi uffici da destinarsi come sede provvisoria della nuova Provincia di Fermo, secondo le modalità previste dalla presente deliberazione; 11.7 al Dirigente del Servizio Pianificazione e Bacini di Trasporto, Mobilità Territoriale,Informatica, tutte le necessarie procedure finalizzate all\'allestimento “Chiavi in mano” delle attrezzature informatiche e delle altre attrezzature d\'ufficio da destinarsi presso la sede provvisoria della nuova Provincia di Fermo, secondo le modalità previste dalla presente deliberazione; 11.8 al Dirigente del Servizio Cultura e Beni Culturali, Pubblica Istruzione e Sport, tutte le necessarie procedure tecnico-amministrative per intestare correttamente alle due nuove Province la proprietà dei beni artistici, secondo le modalità previste dalla presente deliberazione; 11.9 al Dirigente del Servizio Economico-Finanziario, Controllo di Gestione, Economato, tutte le necessarie procedure tecnico-amministrative per intestare correttamente alle due nuove Province la proprietà e gli altri diritti reali di godimento, di ogni altra categoria residuale di beni mobili presenti nell\'inventario fisico aggiornato dell\'Ente, che possano essere considerati utili ai fini della funzionalità dei due enti, secondo le stesse modalità previste dalla presente deliberazione per la categoria dei “beni mobili”; 11.10 al Dirigente del Servizio Economico Finanziario, Controllo di Gestione, Economato, tutte le necessarie procedure tecnico-amministrative per la corretta intestazione alle due nuove Province delle posizioni debitorie imputabili, secondo le modalità previste dalla presente deliberazione; 11.11al Dirigente del Servizio Economico Finanziario, Controllo di Gestione, Economato, ogni attività e iniziativa per la corretta gestione delle altre poste del conto del patrimonio che non formano oggetto di valutazione e di ripartizione ad hoc, secondo le modalità previste dalla presente deliberazione; 11.12 al Dirigente del Servizio Economico Finanziario, Controllo di Gestione, Economato il compito di effettuare una ricognizione tecnico-contabile della situazione finanziaria, economico, patrimoniale aggiornata al mese di giugno 2009; 11.13 di impegnare i Dirigenti competenti ad accelerare i procedimenti in corso relativi al completamento e al definitivo allestimento funzionale della sede operativa provvisoria della nuova Provincia di Fermo presso il Polo Scolastico di Fermo, secondo le indicazioni e gli stanziamenti di cui alle D.C.P. n. 23 del 12.03.2008, D.C.P. n. 73 del 30.09.2008, in modo tale che i predetti uffici risultino effettivamente fruibili entro e non oltre il mese di aprile 2009 e in particolare:


- Al Dirigente del Servizio Economico-Finanziario, Controllo di Gestione, Economato, la effettiva messa a disposizione delle somme di cui agli stanziamenti sopra richiamati;


- Al Dirigente del Servizio Edilizia Scolastica e Patrimonio Edilizio, il completamento dei lavori relativi alla parte strutturale ed impiantistica generale;


- Al Dirigente Appalti, Contratti e Provveditorato, la fornitura e la messa in opera degli arredi;


- Al Dirigente del Servizio Pianificazione e Bacini di Trasporto-Mobilità Territoriale -Informatica, la fornitura e la messa in opera della strumentazione informatica e d\'ufficio; 12.di dare atto che l\'intestazione alla nuova Provincia di Fermo della proprietà dei beni immobili (fabbricati e terreni) e dei beni mobili registrati, secondo le modalità previste dalla presente deliberazione, avviene in attuazione della L. 147/2004 e quindi strumentalmente allo scorporo e al passaggio di competenze e attribuzioni istituzionali di legge da un ente pubblico territoriale esistente ad un altro di nuova costituzione; 13.di dare altresì atto che le consegne dei beni alla nuova Provincia di Fermo saranno effettuate dai Dirigenti competenti mediante appositi “processi verbali di consegna”, che unitamente al presente atto deliberativo, costituiranno titolo per la trascrizione e la voltura catastale a favore della Provincia di Fermo, per i motivi di cui al precedente p. 12; 14.di dare atto che, di conseguenza, gli oneri finanziati derivanti dall\'attuazione della presente deliberazione, sono i seguenti: a) spese fisse di trascrizione, volturazione dei beni patrimoniali ed altri adempimenti amministrativi, complessivamente stimati in euro 20.000,00; b) conguaglio finanziario finale di euro 56.547,00 dovuto dalla Provincia di Ascoli Piceno alla Provincia di Fermo a titolo di riequilibrio patrimoniale secondo le risultanze del documento istruttorio (pag. 28) allegato sotto la lettera A, che costituisce parte integrante della presente deliberazione; 15.di dichiarare, con separata votazione unanime, la presente deliberazione, immediatamente eseguibile, ai sensi e per gli effetti dell\'art. 134, 4° comma, del T.U. delle Leggi sull\'Ordinamento degli Enti Locali emanato con Decreto Legislativo 18/08/2000 n. 267”. Considerato che con nota prot. n. 6282 del 23/10/2009 il Presidente della provincia di Fermo ha sollecitato la Provincia di Ascoli Piceno, nella persona del Dirigente del Servizio Patrimonio, a procedere agli adempimenti tecnici funzionali alla volturazione a favore della provincia di Fermo dei beni patrimoniali già precedentemente individuati; con nota prot. n.7214 del 05/11/2009 il Presidente della Provincia di Fermo ha diffidato la Provincia di Ascoli Piceno, nella persona del Dirigente del Servizio Patrimonio, a firmare i verbali di consegna del patrimonio da trasferire all’Amministrazione della Provincia di Fermo; con nota prot. n. 210 del 08/01/2010 il Segretario Generale della Provincia di Fermo ha presentato formale denuncia alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, competente per territorio, per omissione di atti d’ufficio, di cui all’art. 328 del codice penale, da parte del Dirigente del Servizio Patrimonio della Provincia di Ascoli Piceno; a quanto è dato conoscere, a tutt’oggi non risulta che la Provincia di Ascoli Piceno abbia ottemperato a tali adempimenti, assumendo anzi un atteggiamento dilatorio e privo di ogni giustificazione.


Tutto ciò premesso, il sottoscritto Consigliere Provinciale INTERPELLA ai sensi del vigente Regolamento del Consiglio Provinciale, il Presidente della Provincia di Fermo: 1) per conoscere quali misure intenda adottare la Giunta Provinciale affinché venga dato seguito a quanto previsto nella deliberazione di cui in premessa; 2) per conoscere se, tra le azioni che si intende mettere in atto, abbia previsto di ricorrere al TAR per ottenere la piena attuazione della deliberazione di cui in premessa, con contestuale richiesta di nomina di un commissario ad acta per procedere agli adempimenti di legge e portare ad esecuzione la divisione del patrimonio.


da Saturnino Di Ruscio
Consigliere Provinciale di Fermo




Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2010 alle 17:29 sul giornale del 23 marzo 2010 - 898 letture

In questo articolo si parla di fermo, saturnino di ruscio, provincia di fermo





logoEV
logoEV