Monte Urano: sfruttamento della prostituzione, arrestato un agente di commercio civitanovese

carabinieri arresto 1' di lettura 19/03/2010 - Un insospettabile agente di commercio è stato arrestato dai Carabinieri per il reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione in concorso. L\'uomo di 64 anni, residente a Civitanova, aveva messo in piedi una vera e propria casa a luci rosse a Monte Urano dove, con la complicità di una donna cinese, sfruttava nell\'ambito della prostituzione due giovani ragazze cinesi.

L\'agente di commercio infatti, secondo le indagini dei Carabinieri, sfruttava le due giovani ragazze di giorno all\'interno dell\'abitazione, di proprietà della complice, dove le faceva incontrare con i clienti e, di notte, lungo le strade delle zone note per la prostituzione.

Era lo stesso E.B.,64enne, a prelevare le ragazze dall\'appartamento in serata per accompagnarle sul \'luogo del lavoro\' e riprenderle poi nelle prime ore del mattino dallo stesso luogo per accompagnarle a \'casa\'.

Durante il tragitto, secondo la ricostruzione degli investigatori, l\'uomo si faceva consegnare l\'intera somma guadagnata nella serata, lasciando alle due ragazze sfruttate soltanto quel poco che poteva bastare loro per la sopravvivenza.

I Carabinieri, a seguito di una complessa indagine in cui sono stati effettuati anche lunghi pedinamenti e servizi di osservazione, hanno tratto in arresto E.B.,agente di commercio di 64 anni, ed hanno denunciato a piede libero la complice. Entrambi dovranno ora rispondere dei reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione in concorso.





Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2010 alle 19:30 sul giornale del 20 marzo 2010 - 1065 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, carabinieri, civitanova marche, arresto, monte urano, Sudani Alice Scarpini





logoEV
logoEV