Per i Verdi possibile l\'elezione nel collegio di Fermo

Gianluca Carrabs 3' di lettura 13/03/2010 - Cesetti: \"L’impegno dovrà essere massimo perché confermando i risultati elettorali di cinque anni fa uno di voi potrà essere il consigliere regionale dei Verdi\".




Guardare al bene e al futuro delle persone per costruire, insieme, un territorio in cui l’ambiente si coniughi con la sviluppo, in cui ogni cittadino possa contribuire a creare una società in cui ci sia il rispetto del territorio e della natura, la possibilità di realizzare un’economia sostenibile e di valorizzare le ricchezze culturali e turistiche. E’ il progetto dei candidati dei Verdi alle elezioni regionali della circoscrizione della provincia di Fermo, che è stato presentato sabato in una conferenza stampa, che si è svolta nell’hotel “Casina delle Rose” di Fermo.



“I Verdi sono una garanzia di continuità nelle idee, negli obiettivi e nell’operato – ha detto Gianluca Carrabs, responsabile regionale della Federazione dei Verdi delle Marche -, siamo, infatti, l’unico partito in Italia che ha lo stesso nome e il proprio simbolo da venticinque anni, il sole che ride. Un simbolo che per noi rappresenta anche l’opportunità offerta dallo sviluppo di tutte le energie rinnovabili, e dal solare in particolare, e che ci spinge a lavorare per garantire e promuovere le opportunità offerte dall’economia verde, per la creazione di nuove imprese e di nuovi posti di lavoro”. Presente il presidente della Provincia di Fermo, Fabrizio Cesetti. “Io voterò Verdi – ha detto Cesetti –perché è un voto utile per il territorio. Se si riconfermassero gli stessi voti di cinque anni fa, quando i Verdi avevano raggiunto la percentuale più alta delle Marche, con l’attuale legge elettorale, eleggeremmo proprio in questa provincia il nostro consigliere. Credo anche che sia necessario dare continuità all’azione del governo regionale. La presenza dei Verdi nella coalizione del centrosinistra e nell’esecutivo è, infatti, fondamentale per portare avanti tutti i temi, tutte le priorità che ci stanno a cuore”.



Cesetti ha ricordato, fra le cose fatte dalla Regione Marche insieme alla Provincia di Fermo, la sottoscrizione del protocollo per la realizzazione della strada Mezzina, l’intesa per il progetto dell’ospedale unico, l’aumento dei chilometri a disposizione, nel 2010, dell’amministrazione provinciale per il trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano, il potenziamento della stazione ferroviaria di Porto San Giorgio (Fm), la promozione dello sviluppo e della diffusione delle energie rinnovabili sul territorio. “Non c’è un accordo completo sull’uso delle biomasse – ha ricordato Cesetti – ma, sul loro utilizzo, è stato possibile trovare una mediazione, espressa nella legge Finanziaria regionale 2010, che prevede che le centrali, alimentate a biomasse, non debbano superare i 5 MegaWatt di produzione di energia e che l’alimentazione debba essere autoctona, legata a quanto si produce sul territorio.



Auspichiamo, perciò, che il dialogo con la Regione Marche possa proseguire sempre più con l’obiettivo di un equilibrio fra sviluppo e sostenibilità”. Per questo progetto, si candidano cinque persone, presentate dallo stesso Cesetti: Massimo Marcaccio, presidente del Parco nazionale dei Monti Sibillini, un uomo di grande esperienza come amministratore pubblico, Egidio Ricci, sindaco di Smerillo, anche lui emblema di anni di lavoro negli Enti locali, Samuele Amurri, esperto in energie rinnovabili, Francesca Avallati e Milena Muzi, due volti nuovi della politica, “perché i Verdi – ha aggiunto Cesetti – hanno la capacità di aprirsi alle nuove idee e ai nuovi protagonisti della politica”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2010 alle 16:36 sul giornale del 15 marzo 2010 - 760 letture

In questo articolo si parla di gianluca carrabs, politica, fermo, Federazione Verdi





logoEV
logoEV