Confartigianato: con l\'Ebam, risparmi e più servizi per lavoratori e imprese

confartigianato 2' di lettura 10/03/2010 - Gilberto Gasparoni responsabile di Confartigianato Ascoli e Fermo comunica che per il comparto artigiano il 15 dicembre scorso è stato sottoscritto un nuovo accordo interconfederale fra associazioni dell’artigianato ed organizzazioni sindacali dei lavoratori dipendenti, in materia di contrattualizzazione del diritto alle prestazioni della bilateralità, con cui è stato stabilito che a decorrere dal 01/07/2010 le imprese artigiane (esclusi settore edile e autotrasporto) non aderenti alla bilateralità e cioè all’EBAM e che non versano il relativo contributo dovranno erogare trimestralmente al lavoratore una quota aggiuntiva di retribuzione pari a € 25 lordi mensili.

L’impresa artigiana che invece aderisce all’EBAM, ente bilaterale delle Marche ed ottempera ai relativi obblighi contributivi, assolve ogni suo obbligo nei confronti dei lavoratori, in quanto l’importo suddetto si considera forfetariamente compreso nella quota di adesione all’ente bilaterale e pertanto non va versato al dipendente.


Confartigianato nel sottolineare che sono 3.000 le imprese fermane e picene e 15.000 nell’intera regione Marche invita quindi i consulenti del lavoro, i commercialisti e le imprese a sensibilizzare le aziende stesse al pagamento del contributo Ebam, ricordando che l’Ente Bilaterale regionale EBAM è il centro delle relazioni con le parti sociali, che si propone come strumento di gestione/attuazione degli accordi sindacali e integrazione dello stato sociale, nonché come strumento di promozione per lo sviluppo dell’artigianato, la cui adesione comporta una serie di provvidenze, dirette a salvaguardare la professionalità delle imprese e dei loro dipendenti, quali sostegno ai lavoratori con indennità in caso di sospensione o riduzione dell’orario di lavoro, contributi solidarietà, incentivi all’occupazione, sostegno alle imprese in caso di calamità naturali, contributi per innovazione tecnologica e interventi rivolti all’ambiente e alla sicurezza, assegni di studio, contributi sanitario, formazione alle imprese di servizio.


Confartigianato inoltre ricorda le quote di adesione all’Ebam per l’anno 2010, da versare per ogni dipendente in forza al 31/01/2010 entro il 16/03/2010: FSR - Fondo Sostegno al Reddito € 65. L’EBAM è anche l’Ente bilaterale che permette di utilizzare l’istituto delle sospensioni dei lavoratori dipendenti quando l’impresa a un calo di lavoro, allungando quindi il periodo di cassa integrazione. Uno strumento molto importante in un periodo come questo di grave crisi. Gli uffici della Confartigianato sono a disposizione delle imprese per tutte le informazioni del caso.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-03-2010 alle 18:25 sul giornale del 11 marzo 2010 - 2430 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, fermo, ascoli piceno, Confartigianato Ascoli e Fermo





logoEV
logoEV