Porto S. Giorgio: Agostini, \'Basta con i teatrini, noi usciamo dal Cosif

andrea agostini 1' di lettura 01/03/2010 - Il 16 ottobre 2009 è scaduto il mandato del direttivo del Cosif, per cui, decorsi ulteriori 45 giorni, il consorzio si trova nell’impossibilità di operare se non attraverso atti illegittimi.

Ciò nonostante, il Cosif va avanti di rinnovo in rinnovo senza sciogliere due nodi fondamentali: il primo è inventarsi compiti nuovi e diversi rispetto a quelli svolti fino ad oggi, che rappresentano un inutile doppione rispetto alla Provincia di Fermo ed alla Camera di commercio; l’altro è riuscire ad indicare un nuovo presidente ed un nuovo direttivo.


Un problema irrisolvibile finché non saranno passate le elezioni regionali, non si saranno quindi delineati nuovi equilibri e magari si troverà qualche politico sconfitto di turno da premiare con la nomina alla guida del consorzio. All’ultima assemblea di venerdì 26 febbraio credo si sia toccato il fondo. Un solo punto all’ordine del giorno, la nomina del presidente. Dalle 18, si è terminato alle 21.30 pur di non arrivare alla nomina, cui peraltro, dall’inizio dell’assemblea, erano state escluse Provincia e Camera di commercio per espressione del collegio dei revisori del Cosif. Credo che i cittadini di Porto San Giorgio, ma dell’intero fermano, siano stanchi di enti strumentali alla distribuzione del solito strapuntino.


Per questo, sarà sottoposto al prossimo consiglio comunale l’uscita da parte del comune di Porto San Giorgio dal Cosif, tristemente ridotto ad un teatrino per una poltrona.

Il Sindaco Avv. Andrea Agostini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-03-2010 alle 19:47 sul giornale del 02 marzo 2010 - 764 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV