Celebrata la Giornata del Ricordo nelle scuole

2' di lettura 12/02/2010 - La città di Fermo ha celebrato venerdì mattina la Giornata del Ricordo 2010. Grande la partecipazione degli studenti all’auditorium San Martino di Fermo. Presenti il Sindaco Saturnino Di Ruscio, il Presidente della Provincia di Fermo Fabrizio Cesetti, il Vicario dell’Arcidiocesi di Fermo Mons. Pietro Orazi, il Presidente della Consulta Provinciale degli studenti Michael Verdini.

A fare da moderatore dell’incontro è stato Orazio Zanetti Monterubbianesi presidente Comitato di Fermo dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia. Mattinata caratterizzata dagli interventi di Franco Rismondo Presidente Comitato di Ancona dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia, Massimo Temperini docente Liceo Classico Psico-Pedagogico “A.Caro” di Fermo e Diego Zandel che darà la sua personale testimonianza di esule istriano. “Un momento per riflettere e formare le nuove generazioni – ha spiegato il Sindaco di Fermo Saturnino Di Ruscio – un’occasione per imparare dal passato ed evitare di commettere errori. Da qui l’importanza della presenza di tanti giovani”.


Mons. Pietro Orazi ha spiegato come: “Purtroppo fatti come quelli terribili delle foibe accadono ancora in alcune parti del mondo. Lontano, ma ci sono. Così come i tanti fenomeni d’intolleranza che avvengono nella nostra società. L’integrazione rappresenta un valore umano prima a ancora che del cristianesimo. La celebrazione di oggi è l’occasione affinchè cresca il senso di unità”. L’incontro di questa mattina è stato promosso in collaborazione con la Consulta Provinciale degli Studenti. Il Presidente Michael Verdini ha spiegato come le nuove generazioni sia ben determinate a superare e non commettere gli errori di quelle passate. In apertura si è tenuta la cerimonia di premiazione del vincitore del concorso indetto per l’ideazione grafica del logo della Consulta Provinciale Studenti (Prov di FM).


Il riconoscimento è andato ad Eleonora Ripani studentessa del Liceo Scientifico Calzecchi Onesti classe quarta Piano Nazionale Informatica. Franco Rismondo Presidente del Comitato di Ancona dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia ha invece invitato a superare gli schemi politici: “C’è ancora chi identifica la Giornata del Ricordo come un’iniziativa di destra e quella della Memoria come di Sinistra. Divisioni che non hanno motivo di esistere. Uno schema che deve essere superato all’insegna della memoria condivisa”. Massimo Temperini ha relazionato su Giorgio Matteo da Sebenico. Conclusioni affidate a Diego Zandel scrittore e giornalista che ha raccontato la sua storia al campo profughi di Servigliano e del suo ritorno a Fiume da adulto: “Una città che non riconoscevo più. Nonostante questo mi risultava impossibile pensare che le giovani generazioni potessero ancora provare odio, invece che cercare il dialogo tra differenti razze”. Argomenti che Diego Zandel approfondirà questa sera alle ore 21 nella sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori nella presentazione del libro “Il Figlio Perduto: La mia storia in terra d’Istria”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2010 alle 16:58 sul giornale del 13 febbraio 2010 - 1621 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo





logoEV