Porto San Giorgio: fatture false peroltre 11 milioni di euro, sei denunce

guardia di finanza 1' di lettura 11/02/2010 - Gli uomini della guardia di Finanza hanno fermato e denunciato sei persone, colpevoli di una truffa da oltre 11 milioni di euro.

La tecnica usata per aggirare il fisco è oramai nota. Denominata \"la frode del carosello\", consiste nella creazione di \"società cartiere\", cioè di imprese dedite esclusivamente all\'emissione di documentazione falsa relativa a compravendite inesistenti. In questo caso le fiamme gialle si sono insospettite per alcune società, le quali sulla carta commerciavano automobili ma che in realtà non erano dotate dello spazio necessario.

Dai controlli approfonditi sono saltate fuori diverse operazioni commerciali virtuali, avvenute solo sulla carta. Questo sistema permetteva ai truffatori, sei persone denucniate, di recuperare i soldi dell\'Iva e di rivendere successivamente alcuni prodotti a prezzi stracciati. Secondo la Guardia di Finanza l’entità della frode sarebbe di 11,3 milioni di euro.






Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2010 alle 15:03 sul giornale del 12 febbraio 2010 - 1241 letture

In questo articolo si parla di cronaca, riccardo silvi, porto san giorgio, guardia di finanza





logoEV