Il comune celebra la Giornata del Ricordo

2' di lettura 11/02/2010 - Si terranno venerdì 12 febbraio le celebrazioni promosse dalla Città di Fermo per la Giornata del Ricordo 2010. La Repubblica riconosce il 10 Febbraio quale \"Giorno del ricordo\" al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli Italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell\'esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati nel secondo dopoguerra e delle più complesse vicenda del confine orientale.

La Giornata del Ricordo a Fermo, sarà un momento dove la storia, la memoria e l\'arte saranno protagoniste nel panorama di un grande Mare Adriatico che ha unito e mai diviso le due sponde. Momenti di riflessione per chi desidera sapere e conoscere. Due gli eventi in programma. In entrambe gli appuntamenti ospite d’eccezione sarà lo scrittore, giornalista ed esule istriano Diego Zandel che presenterà in anteprima regionale il suo nuovo libro: “Il Figlio Perduto: la mia storia dalla Terra d’Istria”. Alle ore 9, presso l’Auditorium San Martino si terrà l’incontro con le scuole. Previsto il saluto delle autorità con il Sindaco di Fermo Saturnino Di Ruscio, il Presidente della Provincia Fabrizio Cesetti e il Presidente della Consulta Provinciale degli studenti Michael Verdini. Seguiranno gli interventi di Franco Rismondo Presidente Comitato di Ancona dell’ Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia, Orazio Zanetti Monterubbianesi presidente Comitato di Fermo dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia, Massimo Temperini docente Liceo Classico Psico-Pedagogico “A.Caro” di Fermo e Diego Zandel che darà la sua personale testimonianza di esule istriano.



A seguire la proiezione del dvd “L’altra storia” di Aldo rapè e Nicola Vero. Seguirà un dibattito con i ragazzi. Alle ore 21 invece, nella Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori sarà la volta della presentazione, in anteprima regionale, del volume di Diego Zandel “Il Figlio Perduto: la mia storia della Terra d’Istria”. Zandel è nato nel 1984 presso l’ospedale civile di Fermo da genitori fiumani ospiti del campo profughi di Servigliano. Ha pubblicato numerosi racconti in volumi antologici. Moderatore dell’incontro sarà Filippo Ieranò, Presidente dell’Associazione Casa della Memoria di Servigliano. A seguire proiezione di filmati d’epoca inediti del Centro Raccolta Profughi di Servigliano. Seguirà dibattito con il pubblico.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2010 alle 16:38 sul giornale del 12 febbraio 2010 - 1722 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV