I Mercoledì del Teatro Antonini, nuovo incontro con Marco Moschini

teatro 3' di lettura 09/02/2010 - Prosegue il ciclo di incontri “I Mercoledì del Teatro Antonini” organizzato dal Centro Montessori e dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Fermo in collaborazione con la Contrada Campolege, l’Ambito Territoriale Sociale XIX e l’Unità Operativa Disabili del Comune di Fermo.

Dopo l’incontro con Enrico Gentili, lo psicologo e psicoterapeuta autore della raccolta di racconti “Sul ciglio dell’acqua” che, in una straordinaria cornice di pubblico partecipe ed emotivamente coinvolto, ha saputo affrontare con profondità di sguardo e grande dignità, il tema dei propri limiti (disabilità), questa sera, mercoledì 10 febbraio, sempre presso il Teatro “Luigi Antonini”, in via Visconti d’Oleggio, è la volta di Marco Moschini.

Moschini, insegnante elementare “per 36 bellissimi anni”, insignito di Medaglia d’oro per meriti educativi dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, presenterà “Educare lo sguardo. I bambini incontrano la diversità”, edito dal Centro Studi Erickson, un libro che intende ricordare/insegnare agli adulti ( educatori, insegnanti, genitori ), quanto quello che un bambino pensa di sé dipenda, in gran parte, da ciò che legge negli occhi degli altri, nei quali egli si rispecchia e si riconosce. La percezione di sé, da parte di un bambino diverso ( immigrato o disabile ), infatti, è influenzata non solo dallo sradicamento dal proprio Paese d’origine o dalle ridotte capacità determinate da una patologia, ma anche dalle rappresentazioni che di tale condizione hanno quelli che entrano in contatto con lui. Lo sguardo rivolto ai diversi, ci rammenta Moschini, può essere educato, curato e coltivato.

Marco Moschini è autore di opere di poesia e narrativa per l’infanzia e di didattica per insegnanti ed educatori, Ha dato il suo contributo a numerose riviste e tiene corsi di aggiornamento per docenti di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, per realizzare un apprendimento basato sia sul “sapere” sia sul “saper fare”, in ambiti che vanno dall’educazione alla lettura e alla poesia fino a un uso consapevole dei mass media.

Il ciclo di incontri del Teatro “Antonini” come ha ricordato l’Assessore ai Servizi Sociali Mariantonietta Di Felice in occasione del primo appuntamento in programma, intende offrire a tutti i cittadini la possibilità di conoscere ed approfondire le tematiche della diversità ed in particolare testimonianze ed esempi di persone che hanno saputo misurarsi con i propri limiti, ed oggi rappresentano un importante punto di riferimento professionale, sociale, culturale e sportivo.

“Il Centro Montessori e l’Unità Operativa Disabili del Comune di Fermo - ha ribadito ancora l’Assessore Mariantonietta Di Felice - unitamente alla Contrada Campolege, alla Scuola d’Infanzia “San Giuliano”, alla Scuola Elementare “Cavour”, alla Media “Betti-Fracassetti”, costituiscono un Polo educativo di quartiere, ma con una rilevanza territoriale, che può dare un contributo importantissimo alla costruzione di una comunità educante, fondata sui valori della partecipazione, della condivisione e dell’impegno sociale.”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2010 alle 17:34 sul giornale del 10 febbraio 2010 - 1335 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV