Porto S. Elpidio: Pasquali, Raschia usa metodi scorretti per sostenere posizioni inaccettabili

cgil| 1' di lettura 08/02/2010 - In merito alle dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa dal segretario provinciale della Cgil Andrea Raschia, l’assessore al personale Annalinda Pasquali ha dichiarato che: “L\'assemblea della CGiL per cui Andrea Raschia è uscito sulla stampa lunedì scorso era finalizzata al Congresso e non per parlare di risorse da destinate ai dipendenti. Ancora una volta Raschia usa metodi scorretti per sostenere posizioni inaccettabili”.

L\'accordo cui strumentalmente fa riferimento nel suo comunicato è già stato raggiunto nel luglio scorso, ma il Signor Raschia e le RSU della CGiL hanno assunto un comportamento ricattatorio ai danni di tutti i dipendenti comunali, non volendo firmare l\'accordo pregresso non ritenendo adeguate le risorse dell\'anno successivo e bloccando di fatto l\'assegnazione degli emolumenti.


Non è l\'amministrazione né la burocrazia del comune la responsabile della mancata erogazione delle risorse accessorie ai dipendenti, ma è Raschia che col suo metodo irresponsabile a danneggiare i lavoratori: se si sospendono i pagamenti relativi al fondo si sospendono anche tutte le attività poste in essere.


Pertanto sono lui e le RSU ad assumersi la responsabilità di quanto sta avvenendo ed è lui incapace a tenere corretti rapporti sindacali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2010 alle 15:41 sul giornale del 09 febbraio 2010 - 914 letture

In questo articolo si parla di cgil, politica, porto sant\'elpidio, Comune di Porto Sant\'Elpidio