Porto S. Elpidio: a Moresco per il primo dei cinque incontri territoriali della Provincia

5' di lettura 08/02/2010 - Si è svolto venerdì 5 febbraio a Moresco presso l’agriturismo “Laghi Santarelli” il primo dei 5 Incontri territoriali a tema promossi dalla Provincia di Fermo per lanciare una nuova fase di programmazione partecipata che coinvolga a pieno titolo tutti gli attori del mondo economico, sociale e culturale del Fermano.

Il Presidente Fabrizio Cesetti ha aperto i lavori di fronte ad un folto pubblico, composto da sindaci, amministratori, rappresentanti di associazioni di categoria, operatori culturali e sociali e cittadini, interessati ad avere un ruolo da protagonisti nella definizione dei più importanti piani di sviluppo locale, come il Piano Territoriale di Coordinamento, il Piano Energetico Provinciale, il Piano dei Rifiuti, … “Quando ci siamo insediati, la Provincia di Fermo era soltanto un ente sulla carta – ha affermato Cesetti nella sua introduzione - ma a distanza di soli 7 mesi siamo riusciti ad ottenere una piena autonomia dal punto di vista regolamentare, avendo adottato i più importanti atti normativi come lo Statuto e i vari regolamenti di funzionamento del Consiglio. Dal punto di vista finanziario, avendo approvato il 22 dicembre il Bilancio di esercizio 2009 e avendo già stipulato la convenzione per la gestione della Tesoreria con la Carifermo Spa.


Mentre dal punto di vista organizzativo, abbiamo addirittura anticipato i tempi, avendo approvato, 6 mesi prima del termine previsto, la macrostruttura organizzativa dell’ente con dirigenti a tempo pieno e non più a scavalco con la Provincia di Ascoli Piceno. Fin dal primo giorno, poi, la Provincia si è data da fare con un lavoro di attenta mediazione con il governo centrale e la Regione Marche che sta gradualmente dando i suoi frutti per far attivare gli Uffici periferici dello Stato e della Regione. Obiettivo centrato per quanto riguarda Arpam e Agenzia delle Entrate, mentre è imminente l’attivazione dell’Agenzia del Territorio, di Inps, Inpdap, Inail , …” Un forte accento è stato poi messo sulla visione strategica della Provincia e sulla volontà di realizzare i più importanti atti di programmazione del territorio attraverso una metodologia partecipativa, condividendo idee e decisioni con tutti gli attori del territorio.


Il presidente ha anche sottolineato che in questi mesi sono stati conseguiti importanti risultati per quanto riguarda gli obiettivi strategici della provincia in relazione alle infrastrutture, ricordando la sottoscrizione del protocollo d’intesa del 18 dicembre scorso per la realizzazione della Dorsale Intervalliva Nord-Sud (Mezzina) che coinvolge 3 regioni (Marche, Abruzzo, Molise)e 8 province. Senza dimenticare la Mare – Monti, la questione della sanità e della rete ospedaliera con la sintesi unitaria di provincia e comuni che ha portato, recentemente, alla individuazione del sito per la realizzazione dell’ospedale unico. Grande attenzione, inoltre, per la SP Valdaso, sulla quale si sono espressi anche i Sindaci presenti all’incontro, ricordando la necessità di un ampliamento. L’Assessore Offidani ha, da parte sua, assicurato che ci sono stanziamenti previsti nel bilancio 2010 per il potenziamento dell’arteria e che a breve partiranno i lavori, nel tratto a monte e in quello costiero, mentre nella parte centrale si sta pensando, da un lato di realizzare delle banchine laterali per agevolare il transito dei mezzi pesanti e dall’altro di installare delle apparecchiature per il controllo della velocità (speed check).


Nel momento centrale dell’incontro si è poi affrontato il tema di maggiore importanza per la Valdaso: quello dell’agricoltura e delle strategie di rilancio del settore di cui la Provincia intende farsi carico. A parlare è stato naturalmente l’Assessore all’Agricoltura Guglielmo Massucci che ha promesso innanzitutto di impegnarsi per valorizzare le grandi capacità degli agricoltori fermani. La prima azione è rappresentata dalla costituzione del “Tavolo Verde” che ha il compito di coordinare gli operatori del settore e di garantire attraverso accordi d’area e certificazioni una produzione agricola il più possibile compatibile con la salvaguardia ambientale e allo stesso tempo capace di distinguersi sul mercato per le sue indiscusse qualità. Altri due temi più volte sottolineati negli interventi: quello dei trasporti, con l’Assessore Offidani che ha dichiarato come i 45.000 km aggiuntivi concessi dalla Regione Marche al Trasporto Pubblico Locale del Fermano sono stati destinati a rafforzare proprio i collegamenti tra i comuni della Valdaso; e quello dei rifiuti, sul quale è tornato ad intervenire il Presidente Cesetti per ricordare che non ci saranno aumenti delle tariffe per i Comuni prima dei 6 mesi, tempo utile alla costituzione dell’ATO previsto dalla legge regionale, dopo di che saranno i comuni stessi ad avere un peso importante nelle decisioni a riguardo.


In conclusione, un incontro proficuo che ha permesso ad amministratori e cittadini di confrontarsi e di conoscere da vicino i programmi e le azioni che la Provincia di Fermo avvierà sul territorio. Il prossimo appuntamento è per martedì 9 febbraio alle 21 a Montefortino, presso la Sala Polifunzionale del Palazzo Duranti. Oltre al Presidente Cesetti interverranno l’Assessore al Genio e Protezione Civile, Politiche per la Montagna Adolfo Marinangeli e l’assessore alle Politiche Sociali Gaetano Massucci. Particolare riguardo verrà dato al tema della valorizzazione delle produzioni tipiche e alle strategie di mantenimento dei servizi primari nell’area montana della Provincia di Fermo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2010 alle 15:55 sul giornale del 09 febbraio 2010 - 1504 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo