Importante acquisizione libraria per la Biblioteca civica

2' di lettura 08/02/2010 - Il nuovo anno si è aperto per la Biblioteca Civica “Romolo Spezioli” di Fermo all’insegna di una importante acquisizione libraria: a distanza di 14 anni dal primo generoso gesto di donazione nei confronti della Città di Fermo, infatti, la Sig.ra Valentina Polimanti di Porto San Giorgio è tornata a donare alla nostra Biblioteca Civica altri volumi appartenuti a Suo marito, il compianto Dr. Ego Polimanti.

Il Dr. Polimanti, scomparso nel 1991, è stato per oltre 25 anni direttore della Clinica Neuropsichiatria “S. Giuseppe” di Ascoli Piceno, ha esercitato la sua professione soprattutto a Fermo, in qualità di primario dell’Ospedale Psichiatrico, ha scritto e pubblicato numerosi lavori inerenti quel ramo della medicina per il quale ha speso tutta la sua vita: profondamente stimato e benvoluto per la professionalità e per il particolare riguardo con i quali si poneva nei confronti dei malati, fu sempre fermamente convinto che la sua professione consistesse in una vera e propria missione; amava aggiornarsi costantemente sulla materia neuropsichiatrica e, uomo colto e appassionato bibliofilo, era anche un cultore di arte, letteratura, musica e studio delle lingue.


I libri che la moglie ha voluto generosamente donare costituiscono, dunque, un contributo importante, per la continuità con la precedente donazione, per la consistenza del lascito, per la pregevolezza indiscussa di un consistente nucleo di edizioni sette-ottocentesche incluse tra gli oltre 900 documenti donati, per la varietà degli argomenti e, soprattutto, per l’attinenza dei contenuti dei volumi di maggior pregio al profilo più caratteristico dei fondi antichi della nostra Biblioteca Civica, vale a dire quello storico medico. I libri messi a disposizione, uniti con quelli precedentemente donati, costituiscono ora il “Fondo Polimanti” della Biblioteca Civica “Romolo Spezioli” di Fermo e rappresentano, per la collettività tutta e per gli studiosi, un’ importante opportunità di ricerca.


L’attenzione che, nei secoli, non è mai venuta a mancare da parte dei privati nei confronti della Biblioteca Civica fermana conferma ogni volta il ruolo di questa istituzione nel panorama culturale locale e nazionale, continua a consentire una crescita di qualità dei prestigiosi fondi che vi si conservano e conferisce alla Biblioteca e alla Città –grazie alla sensibilità di tanti privati e di tante associazioni che comprendono l’utilità di non disperdere fuori del territorio fermano la ricchezza documentaria loro affidata- un importante primato nella conservazione, nello studio e nella fruizione delle collezioni, soprattutto storico mediche. L’Amministrazione comunale rivolge un vivo ringraziamento alla Signora Polimanti e alla sua famiglia per il gesto davvero nobile che ha voluto compiere, auspicando che siano ancora in molti, in futuro, a volerla imitare a beneficio della crescita culturale della Città.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2010 alle 16:47 sul giornale del 09 febbraio 2010 - 1340 letture

In questo articolo si parla di libri, attualità, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV