Fermano in difficoltà, Confartigianato chiede aiuto alle Istituzioni ed alle Banche

confartigianato 3' di lettura 29/12/2009 - Nel Fermano da gennaio a luglio 2009, afferma Gilberto Gasparoni di Confartigianato Imprese, secondo i dati dell’EBAM sono stati sottoscritti 508 accordi sindacali che hanno coinvolto 2.214 dipendenti.

Nei primi sette mesi del 2009 le ore complessive di Cassa integrazione in deroga sono state 811.933 coinvolgendo 1.539 lavoratori con una media per lavoratore di 527,6 di ore, negli 11 mesi del 2009 sono 1.210.490 le ore autorizzate di CIGS hanno interessato 3.112 lavoratori. Facendo un raffronto con i dati INPS delle province di Ascoli e Fermo fra il 2008 con 1.208.938 ore e il 2009 con 3.513.878 si registra una crescita della cassa integrazione del 191%. E ancora nei primi nove mesi del 2009 i lavoratori posti in mobilità nella provincia di Fermo superano le 10.700 unità risultando in aumento rispetto allo scorso anno del 75%.

I settori nei quali si verifica la maggiore perdita, secondo la Confartigianato, sono la meccanica con – 2.232 dipendenti in incremento del 138,5% rispetto ai primi nove mesi del 2008. Molto sostenuto anche il legno mobile con un + 114,8%, nella gomma chimica e plastica con un + 103,6% che conta 400 casi mentre nel calzaturiero i lavoratori in mobilità sono 1.324 (+32,4%) nel commercio e nelle costruzioni la mobilità ha interessato rispettivamente 1.202 e 1.011 dipendenti con incrementi pari al 78,3% ed al 91,8%. Fatturato e utili precipitano, gli investimenti si dimezzano e le imprese artigiane manifatturiere flettono del - 20% e delle costruzioni -18%. E’ lo scenario dell’Osservatorio dell’artigianato Trend Marche, il fatturato complessivo delle imprese artigiane (oltre 53mila in regione) nel primo semestre è sceso del 15,3%. Tra i manifatturieri tradizionali scendono i fatturati di pelli-calzature (-27,5%), meccanica (-21,2%), legno-mobile (-12,6%). I Macchinari nel manifatturiero vengono utilizzati al 67% (Abbigliamento, legno e mobile, metallurgia al 65,6%, meccanica al 77 e pelli & cuoio all’80%) Ciò nonostante, l’occupazione per le imprese sotto i 20 dipendenti resta tutto sommato stabile.

Infine, se gli investimenti hanno registrato una forte contrazione, si è vista una convinta partecipazione degli artigiani ai bandi regionali per l’innovazione. Su un totale di 60,3 milioni di investimenti, quelli provenienti da imprese artigiane sono stati 14,7, ricordando che gli artigiani hanno presentato 405 progetti di investimento tecnologico, 128 per l’innovazione nei processi aziendali. Insomma, le piccole imprese sono in difficoltà ma non si arrendono e sono pronte ad agganciare la ripresa. Il Manifatturiero a Fermo conta moltissimo: su 4.000 imprese del distretto fermano civitanovese oltre 2.600 sono nella provincia di Fermo (solo nelle pelletterie sono occupati 17.350 dipendenti).

Le imprese Artigiane sono 7.577 con una crescita nell’anno di ben 79, pari al 36,7% delle imprese rispetto al 32,3% delle Marche ed al 27,7% dell’Italia. Nel periodo di crisi come l’attuale, le imprese artigiane e le p.i. hanno la necessità reale di appoggiarsi ad un partner, competente e rappresentativo. Per questo Confartigianato lavora sostenendo le p.i. anche favorendo la costituzione di reti di imprese per sviluppare sinergie, acquisire nuovi mercati e nuove commesse, favorire la diversificazione e differenziazione dei prodotti e dei processi di produzioni, favorire la formazione, la ricerca e l’innovazione, migliorare le infrastrutture; sviluppare il sistema turistico e valorizzare il patrimonio storico, culturale, paesaggistico e dei prodotti tipici fermani. Infine Confartigianato si batte per la legge sul Made in Italy, per la riduzione del carico fiscale. e per una tutela sui diritti degli imprenditori come tempi certi nella riscossione dei crediti e dei compensi per i servizi e prodotti realizzati, per l’accesso al credito ecc.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-12-2009 alle 12:53 sul giornale del 30 dicembre 2009 - 1395 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, fermo, ascoli piceno, Confartigianato Ascoli e Fermo





logoEV
logoEV