Si è riunito il Consiglio delle Autonomie Locali

fermo 1' di lettura 09/12/2009 - Si è riunito lo scorso lunedì 7 dicembre il Consiglio delle Autonomie Locali (CAL) delle Marche per esprimere parere su importanti atti amministrativi.

In particolare è andato in discussione il bilancio della Regione per il 2010 a cui il CAL, tra l’altro, ha proposto le stralcio dell’articolo di legge che consentiva, in deroga alla stessa normativa regionale, di realizzare centrali a biomasse di potenza superiore a 5 megawatt. Di fronte a ciò, questa Amministrazione si impegna a verificare se questa deroga sarà reintrodotta dall’Assemblea Legislativa Regionale e da chi sarà votata.


Tra gli altri punti in discussione, non è passato l’emendamento del Presidente della Provincia di Fermo Fabrizio Cesetti, appoggiato dal sindaco di Fermo Saturnino Di Ruscio, per una diversa distribuzione delle risorse destinate ad attività culturali così come previsto dalla legge n° 75del 1997. Normativa che avrebbe consentito alle due provincie di Fermo ed Ascoli Piceno di poter accedere e recuperare un minimo di risorse per il finanziamento delle attività culturali. In merito alla programmazione della rete scolastica non è passata la proposta inerente i licei musicali.


Un dato di fatto che va a vantaggio del nord delle Marche, nello specifico del pesarese. A riguardo è stato bocciato l’emendamento proposto dal sindaco Saturnino Di Ruscio per dare a Fermo lo stesso peso ed importanza di Pesaro nel progetto del Liceo Musicale. Emendamento che partiva dalla constatazione che tutte e due le città sono sede di importanti conservatori di musica. Esito negativo che va verso l’istituzione di un unico liceo musicale a Pesaro. Bocciata infine la proposta di riordino dei Consorzi di Bonifica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2009 alle 16:34 sul giornale del 10 dicembre 2009 - 912 letture

In questo articolo si parla di politica, fermo, Comune di Fermo