Porto S.Giorgio: Ricerca sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica

centro servizi volontariato 2' di lettura 03/12/2009 - La sezione fermana dell’Associazione italiana Sclerosi laterale amiotrofica (Aisla) organizza “Arte² = Solidarietà”, mostra collettiva autogestita a Porto San Giorgio, dal 5 al 13 dicembre. Il 12 dicembre le opere saranno battute all’asta e il ricavato sarà devoluto alla ricerca sulla Sla.

Un’associazione come l’Aisla, che si occupa di una malattia difficile e rara come la sclerosi laterale amiotrofica, patologia neuro degenerativa progressiva del sistema nervoso, si incontra con la generosità, ma anche la voglia di farsi conoscere degli artisti locali, e nasce il progetto “Arte² = Solidarietà”. Si tratta di una collettiva autogestita, fatta di opere di vario genere, pitture, sculture, ceramiche e foto, in esposizione dal 5 al 13 dicembre, a Porto San Giorgio, nei locali dell’ex Pescheria, in via Simonetti 78 (angolo di via Don Minzoni).


La mostra, organizzata insieme a Volontari per l’Arte, con la collaborazione del comune di Porto San Giorgio e del Centro servizi del volontariato, sarà inaugurata sabato 5 dicembre alle 16: l’associazione accetta offerte per le opere donate dagli artisti fin dal primo giorno, ma l’asta di beneficenza di tutte le creazioni avverrà sabato 12 dicembre alle 18. Il ricavato sarà devoluto totalmente all’Associazione ricerca italiana sclerosi laterale amiotrofica.


La sezione provinciale di Fermo dell’Aisla, con sede a Porto San Giorgio, si occupa soprattutto di seguire i malati di Sla e le loro famiglie nel territorio, poco più di una decina di casi, con incontri mensili di auto-mutuo-aiuto, in cui è sempre presente una psicologa, e offerte di informazioni e aiuti materiali per quei nuclei familiari che si trovano ad affrontare improvvisamente la malattia. “A questo proposito – sottolinea la referente locale dell’Aisla, Marisa Trobbiani – vorrei ricordare che a fine novembre la Regione Marche ha deciso di stanziare un fondo, per il biennio 2009-2010, a sostegno delle famiglie di persone malate di Sla: si tratta di 300 euro mensili, un aiuto importante per chi a volte non ha i mezzi per assistere i propri cari, colpiti da una malattia altamente invalidamente che costringe all’immobilità totale”.


La mostra sarà aperta da lunedì a sabato dalle 16 alle 20, e domenica 13 dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2009 alle 15:08 sul giornale del 04 dicembre 2009 - 1394 letture

In questo articolo si parla di attualità, centro servizi volontariato, csv marche